Il cioccolato è uno dei dolci più buoni e graditi in tutto il mondo, e rispetto a tutti gli altri dolci ha anche numerose virtù, almeno secondo numerosi studi.

Il fondente extra per esempio è riconosciuto ormai come rimedio naturale per combattere i radicali liberi. Ebbene si: gli antiossidanti presenti nel cioccolato sono molto più potenti e concentrati di quelli della frutta; essi di fatto contribuiscono a pulire le cellule da tutte quelle sostanze prodotte dall’organismo stesso o dagli agenti esterni che se immagazzinate a lungo possono danneggiarle.

Galleria di immagini: Cioccolato

Che sia un antidepressivo naturale lo si sa già da tempo. Al di là delle ricerche sul campo chiunque abbia fatto uso di cioccolato in un momento di cattivo umore può testimoniare che aiuta, certo non a risolvere il problema, ma sicuramente ad affrontarlo con il sorriso sulle labbra. Il merito è della caffeina e della teobromina che stimolano il sistema nervoso, ma anche della feniletilamina, una sostanza che si comporta come l’ormone del buonumore prodotto dal cervello. Non dimentichiamo poi che solo assaggiare il cioccolato significa provocare un aumento di endorfine, neurotrasmettitori che provocano un effetto euforizzante sull’individuo.

In caso di eccessivo dispendio di energie sia fisiche che mentali basterà avere sempre con sé una barretta di cioccolato. Il burro di cacao, lo zucchero, il latte e i numerosi minerali (soprattutto magnesio e potassio) rendono, infatti, questo alimento un ottimo rigenerante.

Ma non basta. Un quadretto di fondente al giorno, equivalente a meno di 10 g, basta per assicurarsi un valido alleato contro il colesterolo, il cui livello troppo elevato può comportare seri problemi cardiovascolari. All’Università di Colonia (Germania) inoltre si stanno studiando gli effetti positivi che il cioccolato avrebbe anche sulla pressione arteriosa: gli antiossidanti presenti nel cacao potrebbero infatti contribuire ad aumentare i livelli di ossido nitrico nel sangue, dilatando le arterie e abbassando la pressione.

Lo studio è ancora da completare, ma di sicuro c’è il fatto che il cioccolato, per lungo tempo additato come causa dell’acne e della carie, è stato finalmente riabilitato. Non solo aiuta a prevenire le rughe e a proteggere la pelle dai raggi solari ma i tannini presenti nel cacao contrastano la carie, riducendo la formazione della placca.

Insomma a quanto pare nessuna controindicazione, eppure qualcosa rimane: il cioccolato fa ingrassare, ma per usufruire dei suoi numerosi pregi senza incappare nel difetto basterà controllarne le dosi. Due quadratini di fondente o al latte sono più che sufficienti per uno spuntino stimolante ed energizzante, tenendo sempre conto che il primo fornisce 87 Kcal e il secondo 92 Kcal. Insomma unire l’utile al dilettevole è facile, basta propendere per il fondente, meglio se extra.