La vita frenetica e l’età che avanza contribuiscono a sottoporre la pelle al cosiddetto stress ossidativo. In parole più dure ma comprensibili, si tratta dell’invecchiamento della pelle, che avviene a causa dell’aggressione dei radicali liberi che l’organismo fa sempre più fatica a contrastare. Con la stagione calda e i raggi ultravioletti del sole la situazione diventa ancora più complicata. Il sole, se non viene preso con parsimonia, può creare dei veri e propri problemi alla pelle.

Le prime avvisaglie come sempre sono le rughe, cruccio delle donne, forse, se non sicuramente pari a quello della cellulite, senza dimenticare la pelle che appare senza tono con un colorito che va dal bianchiccio al giallognolo. Il passo successivo è la perdita di luminosità ed elasticità del viso. Certo le creme create ah hoc nei laboratori sono molto utili e anche le coccola dall’estetista non possono far altro che bene.

Le armi per combattere lo stress ossidativo possono essere tante a cominciare dalla tavola. Basterà seguire delle semplici indicazioni alimentari che si basano essenzialmente sul consumo di frutta e verdura, ovvero quei cibi ricchi di vitamine, sali minerali e dal forte potere antiossidante, ottimi per idratare e nutrire l’epidermide.

Quindi via libera alle insalate. Un valido modo per mangiare in una volta sola più verdure: nelle insalate, infatti, devono essere presenti tutti e cinque i colori dei vegetali: rosso, verde, giallo, bianco e viola. Questi colori sono pigmenti naturali, nutrienti che svolgono un’azione antiossidante importante.

Attenzione però. Le verdure devono sempre essere di stagione, perché i vegetali modificano il loro contenuto nutrizionale in base alla temperatura ambientale e alla durata della luce solare. Ricordate che la migliore cottura per non perdere grandi quantità di principi attivi è quella al vapore, da preferire sempre a quella nell’acqua che contribuisce a disperdere il 70% dei fitonutrienti contro il solo 20% della cottura a vapore.

Molto utili le erbe aromatiche che oltre a dare un sapore stuzzicante alle insalate contribuiscono a esaltarne le qualità nutritive. Quelle migliori dal punto di vista delle proprietà antiossidanti sono: timo, maggiorana, salvia, menta piperita, origano, melissa, basilico, rucola, prezzemolo e rosmarino.

Per condire le insalate scegliere sempre il salutare olio extravergine di oliva. I suoi polifenoli agiscono come antiossidanti efficaci su tutte le cellule dell’organismo; è da usare, però, con parsimonia soprattutto se si sta seguendo una dieta ipocalorica. Un’attenzione particolare va dedicata anche al sale che contribuisce a causare ritenzione idrica nociva per il corpo. Si può invece abbondare tranquillamente con l’aceto, sia di mele che di vino, perché sazia ed è un valido aiuto contro i radicali liberi.

Infine dalla Cina arriva la bevanda numero uno contro lo stress ossidativo. Si tratta del tè verde, capace di incrementare la termogenesi, cioè stimola la produzione di calore metabolico, bruciando i grassi in eccesso. Insomma un ottimo rimedio non solo contro l’invecchiamento della pelle ma anche per contrastare il peso in eccesso.