Capire come abbinare e posizionare i quadri in casa non è semplice: è una questione di stile, di gusto personale ma anche di tendenze.

Se, infatti, a uno di stile di arredo contemporaneo, minimal, si addice bene un solo grande quadro a riempire una parete, per una casa country chic dei piccoli quadri affiancati sembrano l’opzione migliore.

I trend di design, poi, influenzano ogni aspetto dell’arredo, quadri compresi. Fino a qualche anno fa, infatti, raggruppare tanti quadri di natura diversa, con cornici diverse e senza un ordine apparente sulla stessa parete poteva sembrare una scelta antiestetica, sgradevole, oggi è invece una delle più diffuse, delle più copiate, un vero must.

Vediamo, allora, i consigli su come abbinare e posizionare i quadri in casa grazie ad alcuni esempi pratici.

  • Un solo quadro sulla parete. Se avete un quadro di grandi dimensioni o un’opera particolare o importante, potrebbe essere opportuno che occupi da sola una parete, per non essere sminuita. Il quadro diventerà così un punto focale della stanza, e potrebbe anche dare una vera svolta all’arredo. Per esempio, un quadro dai colori vivaci è perfetto in un ambiente arredato con toni neutri.
  • Coordinare i quadri di una stanza. Una maniera facile di coordinare i quadri di una stanza, o di pareti vicine, è quella di accostare schemi di colore simili, oppure opere simili per natura, come astratto con astratto, foto in bianco e nero con foto in bianco e nero, vecchie stampe naturali di animali, piante o mappe. O ancora, se uno dei quadri è particolarmente vivo e ricco di colori, scegliete gli altri tra i toni neutri. Infine, uno schema di bianchi e neri è un’opzione perfetta.
  • Raggruppamenti. Come raggruppare i quadri? Ci sono dei modi perfetti per riempire le parenti, per esempio utilizzando tre grandi quadri verticali simili, oppure due quadri simili con uno specchio al centro. Su una parete si abbineranno bene un quadro dai colori accesi insieme a quadri neutri o in bianco e nero; quadri dalle palette simili; foto in bianco e nero. Per rafforzare l’impatto di un gruppo di foto in bianco e nero, queste potranno essere appese tutte vicine con cornici uguali oppure simili. Delle cornici uguali, del resto, sono un’ottima strategia per avvicinare quadri diversi. E se invece abbiamo tutte cornici diverse? Niente paura, scegliete opere diverse (quadri o foto) con un colore o un elemento in comune e mettetele tutte vicine, una sopra all’altra, in un mix eclettico, colorato e coraggioso. Per raggruppare sulla stessa parete tanti quadri, simili o diversi, potrebbe essere utile dar loro un ordine: scegliete mentalmente una linea parallela al pavimento e utilizzatela come base inferiore per i quadri da appendere sopra e come base superiore per quelli di sotto.
  • Non solo alle pareti. Ricordate, infine, che i quadri non si possono posizionare solo sulle pareti: grandi cornici stanno bene a terra, appoggiate sul muro, mentre piccoli e medi quadri possono trovare posto su mobili e mensole, per soluzioni originali e di design.