Quando si acquista un appartamento, si ristruttura o si vuole rinnovare l’ambiente, è fondamentale sapere come abbinare i colori di casa, perché proprio da essi dipende la prima impressione che si ha delle stanze e che le rende accoglienti oppure in qualche modo disturbanti.

Ecco qualche consiglio da seguire per non sbagliare l’abbinamento dei colori in casa.

  • Tenete conto del gusto personale. Partite da un colore che amate e vi ha sempre attirato, scegliendolo per esempio dal vostro quadro preferito, di cui potrete appendere una riproduzione, da un tappeto che già sapete che inserirete nell’arredamento, da un mobile. Utilizzatelo per esempio per dipingere, come vogliono i più contemporanei dettami dell’interior design, una delle quattro pareti, lasciando le altre tre bianche.
  • Tenete conto degli effetti del colore. Ogni tinta provoca un effetto ed è importante valutare lo stato d’animo con cui si vivrà la stanza. In una camera da letto i colori freddi più soft e neutri di solito creano una sensazione di tranquillità. Scegliete un colore pastello e declinatelo in varie sfumature e abbinatelo al bianco o all’avorio; con colori neutri come il tortora e il beige potete abbinare un colore freddo più intenso, magari per tende e copriletto. Per una sala da pranzo stimolante optate per i colori caldi, per esempio per l’arancio e le sue sfumature, mentre con i profondi blu-verdi si darà all’ambiente un tono più formale. Nella cameretta dei bambini, invece, viene spontaneo inserire colori energetici e stimolanti, ma è meglio non sovrastimolare i piccoli con riflessi intensamente luminosi.
  • Utilizzate la ruota dei colori. Questo strumento è importante per conoscere i colori: secondo il concetto di colori complementari, qualsiasi colore è complementare a quello opposto nella ruota. Per esempio, rosso e verde sono complementari, arancio e blu, giallo e viola, etc. Utilizzando questi colori insieme si è in grado di fornire una piacevole combinazione. Così, se si desidera aggiungere più di una tinta ai toni neutri del legno dei mobili o del divano, non si potrà sbagliare.
  • Giocate su monocromie e finiture. Se non volete, invece, aggiungere troppo colore, o avete proprio paura di sbagliare, potete giocare su sfumature e texture. Si può per esempio utilizzare per il divano un arancio in pelle lucida e per il tappeto una sua sfumatura su un tessuto grezzo.
  • Fate una piccola prova. Se non siete ancora sicuri del colore da utilizzare per le pareti, fate una piccola prova, magari in una stanza meno in vista del soggiorno, per esempio in bagno, in uno stanzino, in un’area tra le stanze, su un punto pratico da dipinge e da ricoprire se non dovesse piacere.