Tra i colori di moda nella prossima stagione, un posto di riguardo occupa senza dubbio il blu di tendenza nell’autunno 2017: tanti gli stilisti e i brand che hanno scelto questa tinta come leit motiv della loro collezione in abbinamenti classici o più o meno originali.

Del blu Renoir diceva: “Una mattina, siccome uno di noi era senza nero, si servì del blu: era nato l’Impressionismo”. E non a caso, era stato proprio Monsieur Dior – che ai pittori impressionisti aveva reso omaggio con una collezione – a pronunciare la celebre frase “Tra tutti i colori, soltanto il blu navy può competere con il nero, perché ne condivide le stesse qualità”.

Non solo blu navy, però, la sfumatura che dominerà anche nei guardaroba delle shopaholic, perché le variazioni previste toccano sia quella che Pantone ha chiamato navy peony, intensa e soffice allo stesso tempo, ma anche una tinta con una punta di viola fino a un caldo blu carta da zucchero, perfetto per gli outfit più ricercati. Certo è che senza un pizzico di voglia di osare – e, perché no, anche di giocare – si rischierà di comporre dei look decisamente banali. Ecco allora qualche consiglio su come abbinare il blu di tendenza nell’autunno 2017 senza paura di sbagliare.

Galleria di immagini: Il blu di tendenza nell'autunno 2017, foto
  • Il blu più scuro, dall’oltremare al blu di Prussia fino al blu notte, trovano nel monocolore la scelta più formale ed elegante. Perfetti anche quando abbinati tra di loro, in declinazioni degradè, come hanno mostrato sia Maria Grazia Chiuri nella sua sfilata autunno inverno per Dior, sia Zadig & Voltaire, che ha optato per sfumature leggermente più chiare. Particolarmente riuscito nel suo mood più sportivo lo sposalizio con il nero, proposto da Donatella Versace sulla passerella di Versus.
  • Il blu di Persia, quella caratteristica sfumatura delle 20.000 maioliche con cui è rivestita la celebre Moschea Blu di Istanbul, si abbina con un allure decisamente di classe con il bordeaux, e nella sua variante dell’anno secondo Pantone, il tawny port. Demna Gvasalia, l’enfant prodige approdato da un anno da Balenciaga, ne ha dato prova in diverse proposte.
  • È il blu cobalto, invece, la nuance che ha preferito Karl Lagerfeld in diversi capi della Chanel autunno inverno 2017-2018: perfetto quando accostato con l’argento degli spaziali stivali con cui ha fatto sfilare le sue modelle.
  • Campeggia spesso il ceruleo – colore divenuto celebre per una battuta pronunciata da Meryl Streep ne “Il diavolo veste Prada” (“quello che non sai è che quel maglioncino non è semplicemente azzurro, non è turchese, non è lapis, è effettivamente ceruleo, e sei anche allegramente inconsapevole del fatto che nel 2002 Oscar de la Renta ha realizzato una collezione di gonne cerulee e poi è stato Yves Saint Laurent se non sbaglio a proporre delle giacche militari color ceruleo“) – nelle proposte Fendi, in cui questo blu tipico del cielo viene accostato con successo al rosso fuoco. Deliziosa la soluzione Miu Miu, che sceglie invece il total look.
  • Blu Klein per le giacche di velluto di Giorgio Armani: un blu oltremare particolarmente luminoso, quasi elettrico, perfetto – come dimostra Re Giorgio – con il nero.
  • Si posiziona poco sopra l’azzurro il blu reale, la tinta amata da Kandinsky e Mirò. E tra le stiliste più all’avanguardia di casa nostra, Miuccia Prada osa abbinamenti con il giallo canarino, il verde petrolio e il rosa pallido: difficile riuscire a replicarlo da sé, ma – se riuscito – di sicuro effetto.
  • Sofisticato l’accostamento del navy blue con il grigio e con il cammello, per chi ama abbinamenti indiscutibili.
  • Tonalità rassicurante e golosa insieme, il blu carta da zucchero è protagonista delle palette più trendy già da un po’. In inglese si chiama “Powder Blue”: nel 1600, i prodotti più pregiati, come lo zucchero, venivano avvolti da fogli di carta di questa particolare tonalità di azzurro. Come si abbina? Nina Ricci suggerisce un ton sur ton, spezzato da accenti, qua e là, di pallidissimo rosa. Très chic!