Sapere come abbinare le scarpe ai jeans è fondamentale per non fare passi falsi nella costruzione dell’outfit: sebbene infatti i jeans siano divenuti più versatili rispetto al passato, non restando relegati solo tra i look sportivi, l’allure casual rimane ed è importante tenerne conto nella scelta delle scarpe.

Inoltre, i modelli di jeans di tendenza si sono moltiplicati, portando tipologie molto differenti tra loro nei nostri guardaroba, che impongono scelte di scarpe altrettanto differenti. Non tutti i tipi di jeans stanno bene con tutti i tipi di scarpe, tra modelli, altezze e ispirazioni diverse, ognuna ha i propri preferiti e quelli che la fanno sentire più a proprio agio.

In linea generale, se i jeans sono molto sportivi, meglio evitare scarpe eleganti, e viceversa. I jeans poi devono essere della lunghezza giusta e non essere trascinati a terra, perché nel giro di poco tempo si rovinerebbero. Da considerare, infine, anche l’occasione per cui si prepara l’outfit: i jeans strappati andrebbero evitati sul lavoro, mentre per un aperitivo con le amiche ci si può sbizzarrire nella scelta.

Vediamo ora, entrando nel dettaglio, modello per modello, come abbinare le scarpe ai jeans.

  • Jeans skinny. Tra i modelli più diffusi, i jeans skinny sono anche gli unici che possono indossare senza preoccupazione le fan degli stivali, che potranno mettere anche i modelli di scarpe fino al ginocchio lasciando che il pantalone vi scivoli dentro. Si tratta infatti del jeans più versatile, da indossare con sneakers classiche e alte, ballerine, sleepers, mocassini, décolleté, stivaletti, stringate e platform.
  • Jeans boyfriend. Il jeans boyfriend, dal taglio ampio e maschile, è spesso strappato e portato dalle donne con un piccolo risvolto. Le classiche sneakers, sandali bassi, stringate, mocassini e sleepers sono le scarpe basse che stanno meglio con questo modello. Chi ama i contrasti può scegliere tra le scarpe con tacco dai modelli ultra femminili per accentuare l’effetto boyfriend: via libera dunque a sandali gioiello, décolleté a punta, scarpe con cinturino alla caviglia. Se amate la comodità potete indossarli anche con stivaletti bassi.
  • Jeans cropped. Il pantalone cropped, che lascia scoperte la caviglia e parte del polpaccio, dà il meglio di sé con le scarpe con un alto tacco, adatto a slanciare la figura che altrimenti risulterebbe mozzata dalla lunghezza del pantalone. Preferite dunque sandali, sabot, open toe e pump con plateau, puntando anche su modelli con lacci, cinturini e intrecci in grado di esaltare il collo del piede. Le più snelle potranno osare con scarpe basse come sandali alla schiava, sleepers, mocassini e sneakers classiche ed espadrillas.
  • Jeans a palazzo. Il pantalone a palazzo, spesso declinato in denim o jeans leggero, è perfetto per slanciare la figura e va indossato con scarpe con tacco alto e fino, dei modelli più femminili, dal sandalo gioiello alle décolleté passando per le open toe. Le più slanciate possono provare il jeans a pazzo con stivaletti bassi, avendo però l’accortezza di regolare la lunghezza dell’orlo.