I bambini che iniziano a parlare devono imparare gradualmente ad esprimersi  nel modo più corretto, facendo sì che i versetti impiegati nei primi mesi di vita lasciano spazio, via via, a parole e a concetti sempre più articolari. Fra i vari aspetti che un genitore deve curare in merito all’educazione dei propri figli, vi è infatti anche quello che riguarda l’apprendimento del linguaggio verbale e il modo adatto sia per stimolarlo sia per migliorarlo.

I bambini che iniziano a parlare si trovano davanti ad un lungo cammino da percorrere e in questo possono essere supportati sia dai genitori prima sia dagli insegnanti poi. Importante, però, è iniziare sin da subito a dialogare con il bambino, scandendo bene le parole, spiegandogli ogni minimo gesto che si compie (anche quando è ancora molto piccolo e non comprende cosa gli si sta dicendo).

Bambini che iniziano a parlare: come aiutarli

Man mano che i bambini crescono e iniziano a pronunciare le prime parole, il ruolo del genitore diventa ancor più fondamentale. I piccoli devono essere stimolati ad apprendere le parole, ad usare i termini giusti per indicare gli oggetti ma anche per indicare poi sensazioni, stati d’animo oppure necessità. Quando i bambini iniziano a parlare e pronunciano le prime parole, raramente lo faranno nel modo corretto: è proprio qui che è assai importante adottare delle tecniche per stimolarli. Ad esempio, non si dovrebbe mai dire ai bambini che hanno sbagliato il nome di un oggetto: molto meglio, in questo caso, rassicurarli del fatto che hanno indovinato la parola ma premurandosi di ripeterla in modo corretto, così che prima o poi possano cominciare anche loro a pronunciarla bene.

Un modo assai efficace per stimolare i bambini che iniziano a parlare a sforzarsi per farlo potrebbe essere quello di proporre loro sempre delle alternative quando gli si chiede qualcosa (“Vuoi la palla o la macchinina?”, tanto per fare un esempio). In questo caso devono esprimersi per forza e saranno dunque incentivati a parlare.

Bambini che iniziano a parlare: cosa evitare

Il linguaggio nei bambini deve essere stimolato in modo naturale. Sarebbe bene evitare, dunque, di trattare i piccoli come se fossero dei fenomeni da baraccone, magari invitandoli di continuo a pronunciare davanti a tutti le parole che hanno imparato. Da evitare anche l’utilizzo di parole senza senso per indicare oggetti: i bambini devono imparare sin da subito le parole più corrette e devono saperle associare agli oggetti in questione.

Per aiutare i bambini che iniziano a parlare bisogna anche ricordarsi di evitare di toglier loro le parole di bocca: questo li disincentiva ad esprimersi e li scoraggia. Da evitare assolutamente anche l’idea di lasciarli per ore di fronte al televisore, nella speranza che apprendano il linguaggio verbale in questo modo: la televisione, se utilizzata nel modo giusto, può essere strumento di supporto ma non può in ogni caso essere una sostituta per l’apprendimento.