Casa nuova o rinnovo dei vecchi ambienti, è sempre piacevole immaginare i cambiamenti, ma come arredare con gusto? Il gusto, infatti, va oltre il design, gli stili e le tendenze che si possono scegliere, e comprende la capacità di arredare con stile, sfruttando idee originali e rubando i segreti degli interior designer per arredare casa come un professionista.

Che si tratti di una casa classica, moderna o rustica, che amiate stili particolari come quello nordico, lo shabby chic o il marinaro, bisogna sempre tenere conto di alcune regole d’oro generali, che valgono per ogni zona della casa e per tutti i gusti.

Sono molti i programmi per arredare che risultano utili grazie alle loro applicazioni, ma il gusto è qualcosa di molto personale, che naturalmente si può anche allenare con la pratica e con la conoscenza. Molto utile, per esempio, consultare articoli con le tendenze e riviste specializzate, studiando varie soluzioni che potrebbero fare al proprio caso.

Nel frattempo, però, non perdete le 10 regole d’oro su come arredare con gusto.

Galleria di immagini: Stili e tendenze per arredare casa, le foto

  1. Utilizzare la ruota dei colori. Per arredare con gusto è fondamentale la scelta giusta dei colori. Con i neutri non sbaglierete mai, aggiungendo poi una tinta più vivace a scelta per colorare l’ambiente. In alternativa potete utilizzare la ruota dei colori, sapendo che i colori che sono uno accanto all’altro (gli analoghi) stanno bene insieme, e che quelli che si trovano agli opposti nella ruota (i complementari) formano una coppia dal forte contrasto ma da usare con parsimonia. Facile seguire la regola del 60/30/10: il colore principale, per esempio un neutro come il talpa, utilizzato nel 60% dell’arredo, un tono secondario al 30%, come il navy, e una tonalità viva a contrasto per il restante 10%, come l’arancione.
  2. Evitare una simmetria esagerata. La simmetria è senz’altro piacevole per lo sguardo, ma occhio a non esagerare e a inserire sempre fuori dalla simmetria un elemento distintivo per dare movimento all’insieme degli arredi.
  3. Inserire un pezzo forte. Un “pezzo forte” come un grande vaso, un quadro particolare, un arazzo può dare grande personalità a una camera: deve essere posizionato quindi in maniera centrale e fungere da punto focale, grazie all’arredo da sistemare per dargli risalto.
  4. Less is more. Per lo stesso principio, se si desidera fa risaltare un mobile particolare, un colore, un tessuto, è importante che intorno ad esso ci siano pochi elementi e il più neutri possibili.
  5. Raggruppare oggetti simili. Bottiglie di vetro colorato o vasi, cuscini, candelabri ma anche quadri: elementi o soprammobili simili, se raggruppati, fanno un grande effetto.
  6. Puntare su stampe e tessuti. Stampe e tessuti non possono mancare in una stanza arredata con gusto, perché portano colore e calore.
  7. Non avere paura di mescolare. Mescolare stili diversi come il classico e il moderno, oppure pattern come il geometrico e il floreale, è utile per dare un tocco originale all’ambiente.
  8. Aggiungere un tocco di verde. Una pianta o un vaso con fiori non possono mancare in una camera arredata con gusto, in quanto portano calore, luce, allegria ma anche un’eleganza sofisticata.
  9. Occhio all’illuminazione. Una luce sbagliata potrebbe rovinare l’effetto desiderato. Meglio evitare grandi luci alte e “sparate”, ma preferire tante fonti di luce diverse e mirate, sul tavolo, sull’angolo lettura, abat-jour, piantane, applique alle pareti.
  10. Non allontanarsi mai dal proprio gusto. Infine, per arredare con gusto è importante non allontanarsi mai dal proprio, di gusto. Per inseguire tendenze, stile, consigli, infatti, a volte si rischia di creare un ambiente che non rispecchi chi dovrà abitarci e che, quindi, stancherebbe in poco tempo.