Sapere come arredare la casa in stile classico è fondamentale quando il proprio gusto rifugge atmosfere contemporanee o stili molto particolari e riconoscibili, sebbene spesso di grande tendenza, come l’industrial.

Lo stile classico, tra tutti quelli per arredare la casa, è intramontabile: se non vi interessa seguire le mode ma volete che i vostri mobili facciano il loro effetto oggi come tra 5 anni, è proprio quello che fa per voi. Con il classico, del resto, è anche più difficile sbagliare se si è alle prime armi con design e arredamento.

Gli arredi classici sono eleganti, raffinati, prediligono i materiali della tradizione, come il legno per i mobili; il velluto e il tessuto damascato tra le stoffe per poltrone, sedie, divani e tendaggi; i colori neutri e le tinte più sobrie, dal bianco al beige passando per il marrone dei mobili, con punte di blu, bordeaux, giallino e verde bottiglia per cuscini e tappeti. L’equilibrio di questo stile risiede anche nel numero di arredi e complementi: in ogni ambiente – che deve risultare infine accogliente – c’è una quantità media di oggetti, non pochissimi come vuole per esempio il minimal, ma neppure molti, quasi a sovrapporsi, come nelle case degli appassionati di vintage.

Ecco, per chi sta per entrare in una nuova cosa o per chi vuole procedere a un rinnovo della propria, qualche esempio su come arredare la casa in stile classico stanza per stanza.

Galleria di immagini: Stile nordico, le proposte per arredare casa

  • Ingresso. L’ingresso è l’anticamera della casa non solo fisicamente, ma anche simbolicamente: appena entrati gli ospiti devono capire che la casa ha uno stile classico. Via libera dunque a un attaccapanni in legno abbinato a un tavolinetto con complemento svuotatasche in pelle o argento, a un accogliente tappeto a terra, a un porta ombrelli e, perché no, a una pendola.
  • Soggiorno. Il soggiorno deve accogliere in maniera ottimale sia la famiglia che gli ospiti. I divani e le poltrone rivestiti in pelle o velluto trapuntati devono essere avvolgenti, dai toni neutri e circondare un tavolinetto da salotto, da abbinare agli altri mobili in legno come una libreria,un mobile tv meglio se con schermo a scomparsa, vetrinette per riporre i piccoli oggetti. Anche un tappetto contribuisce a rendere la stanza accogliente e classica.
  • Sala da pranzo. La sala da pranzo classica ha uno stile elegante e sobrio, con un grande tavolo, sedie imbottite in legno, una credenza per riporre biancheria e occorrente, da abbinare a una tipica vetrina per mettere in mostra i cristalli e le porcellane. Anche piatti, stoviglie e bicchieri, infatti, affinché risultino ben amalgamati con il resto, dovrebbero mantenersi su uno stile classico.
  • Camera da letto. La camera da letto dallo stile classico si mantiene sui toni neutri, aggiungendo un po’ di colore con qualche tinta tenue come il rosa, l’azzurro, il giallino per copriletto e lenzuola. La composizione dei mobili non può che essere quella classica, con letto (e tappetini scendiletto), comodini, grande armadio quattro stagioni, comò e preferibilmente mobile specchiera con l’occorrente per la toilette femminile.
  • Cameretta. Se tutta la casa è arredata in modo classico, ricordate che non sarebbe opportuna una cameretta ultra pop, nonostante i bambini amino i mobili contemporanei, allegri e colorati. Del resto, con buona pace dei genitori, ci saranno prima giocattoli e peluche ovunque, poi – con l’arrivo dell’adolescenza – poster e vestiti sparsi per la stanza. Scegliete pure dunque letto, armadio, comodino e scrivania in stile classico, ma lasciate il resto ai ragazzi. Quando arriveranno gli ospiti potrete sempre chiudere la porta.
  • Cucina. La cucina classica è una delle più amate, del resto anche se si tende a dare vita a un living room moderno, questo resta sempre il focolare della casa. Legno, colori neutri, accessori “della nonna” e piccoli decori sono ciò che caratterizza una cucina classica, che preferisce di solito elettrodomestici incassati perché meno invadenti.
  • Bagno. Mattonelle dai toni delicati e neutri, legno e stoffe dalle fantasie classiche e tappetini abbinati anche per il bagno adatto a questo tipo di arredamento. Se possibile, l’ideale sarebbe cambiare anche i sanitari evitando linee troppo squadrate e moderne.
  • Complementi d’arredo e illuminazione. La naturale eleganza della casa dallo stile classico deve riflettersi anche nei complementi d’arredo. Alle pareti meglio soggetti tradizionali come ritratti o nature morte, attenzione anche ai lampadari che devono essere classici, in cristallo o dorati, e alle lampadine per abat-jour e applique: la luce in una casa dallo stile classico deve sempre essere calda, mai fredda o biancastra. A completare il tutto gli oggetti sui mobili, poggiati sui “centrini”: scegliete tra scatole, statuette, porta bon bon, orologi.