Quando si acquista casa o si decide di rinnovare il proprio appartamento, sapere come arredare salotto e sala da pranzo è fondamentale, visto che sono tra gli ambienti non solo più amati e più vissuti della casa, ma anche quelli che parlano di noi agli ospiti che vi accogliamo.

Nelle case più grandi, salotto e sala da pranzo possono essere due ambienti ben distinti, ognuno con le proprie peculiarità e con tratti distintivi molto precisi, come tavolo sedie e mobile buffet o credenza per la sala da pranzo e divani, poltrone, tavolinetto per il salotto. Nelle case di oggi, un po’ più piccole che in passato, si tende ad accorpare salotto e sala da pranzo in un’unica grande stanza che avrà in questo caso due “anime”, la living room.

Ecco, tenendo presente di diverse esigenze, qualche consiglio su come arredare salotto e sala da pranzo.

Come arredare salotto e sala da pranzo: gli stili

Lo stile di salotto e sala da pranzo deve rispettare i gusti dei proprietari, preferibilmente senza stridere con il resto dell’abitazione. Se salotto e sala da pranzo sono poi nello stesso ambiente o comunque comunicanti, sarebbe opportuno che gli stili fossero se non proprio simili almeno affini, e che tra le stanze ci fossero elementi in comune e di richiamo, come materiali o colori.

A fare il resto, poi, pensa il gusto e ce n’è per tutti: contemporaneo, con linee nette e colori pop; classico, rassicurante e facile da gestire; etnico, con legni particolari e colori caldi; industrial, tra soluzioni fai da te e un sottile gusto vintage.

Come arredare salotto e sala da pranzo: gli indispensabili

Se le stanze sono molto grandi ci si può sbizzarrire ad aggiungere mobili, angoli, suggestioni, tuttavia, quando si pensa a come arredare salotto e sala da pranzo ci sono degli indispensabili di cui non si può proprio fare a meno, indipendentemente dallo spazio a disposizione.

Il salotto, stanza dedicata al relax, deve avere almeno un divano intorno a cui costruire un ambiente accogliente con un tavolinetto, un altro divano o sedie e poltrone per gli ospiti. Di fronte al divano è possibile posizionare il mobile tv o tutto ciò che si utilizza per rilassarsi, come una libreria o uno stereo.

La sala da pranzo, come logico, serve per pranzare e cenare: dunque non possono mancare tavolo e sedie, ma se lo spazio lo consente saranno utili mobili come una credenza, per le stoviglie, magari con vetrinetta per piatti e bicchieri, e un mobile buffet, basso e lungo. Un carrello portavivande è opzionale ma molto utile se bisogna portare dalla cucina piatti e tutto l’occorrente per la tavola.

Come arredare salotto e sala da pranzo: illuminazione, accessori e decorazioni

Al di là dei mobili, a rendere accogliente, equilibrato e personale l’ambiente ci sono l’illuminazione e gli accessori, che contano molto più di quanto si possa immaginare.

L’illuminazione, oltre a essere diffusa, deve anche puntare dove ce n’è più bisogno. Così sarà utile un lampadario sopra il tavolo, per non mangiare nella semi oscurità, ma anche un punto luce vicino al divano, come per esempio un’abat-jour o una piantana, per facilitare lettura, cucito o altre attività.

Gli accessori e le decorazioni, infine, danno alla casa quel tocco personale in più. Alle pareti non possono mancare quadri e foto (in salotto c’è più libertà mentre in sala da pranzo è meglio che non ci sia nulla di “disturbante”); sui divani i cuscini portano colore e allegria; i soprammobili devono essere pochi ma scelti con cura, evitando ninnoli e confusione; ci sono infine i tappetti che pensano ad accogliere con calore e allure sofisticato.

Galleria di immagini: Gli stili per arredare il soggiorno