Donano un’aria molto naturale e in apparenza sembrano richiedere pochissime attenzioni: in realtà sapere come asciugare i capelli mossi è fondamentale per ottenere il migliore dei risultati, utilizzando le cure ad hoc per apparire in ordine.

Se dunque avete i capelli mossi, non cadete nell’errore di lavarli asciugandoli poi troppo frettolosamente: il rischio, infatti, è ottenere un antiestetico effetto crespo e senza forma.

Quali sono allora le mosse migliori per asciugare i capelli mossi? Ecco alcune dritte.

  1. Prima di tutto, durante il lavaggio, evitate di usare prodotti liscianti che, invece di attenuare il crespo, rischiano di appesantire il capello facendo così perdere anche il naturale effetto mosso. Al contrario, meglio utilizzare uno shampoo e un balsamo volumizzanti.
  2. Prima di procedere con il phon è molto utile tamponare bene i capelli con un asciugamano in modo da togliere l’umidità in eccesso.
  3. Al phon è meglio applicare il diffusore, così che si riesca a distribuire il calore su tutta la capigliatura mantenendo i capelli naturalmente mossi. La cosa migliore per ottenere un risultato più naturale è asciugare i capelli a testa in giù e mantenere il phon a una temperatura media.
  4. Per un mosso definito e ordinato, durante l’asciugatura, ricordate di applicare un apposito prodotto per capelli: l’ideale è la spuma per capelli ricci. Basterà applicarne una o due noci sul palmo della mano e distribuire sulle lunghezze, evitando le radici.
  5. Se durante l’asciugatura vi rendete conto che i capelli non stanno in piega è possibile ricorrere a un piccolo trucchetto: dividete la capigliatura in ciocche e poi procedete arrotolando ciascuna ciocca tra le dita e fermandola poi con una forcina. Una volta terminata l’operazione, lasciate in posa un’oretta e poi togliete le forcine e concludete l’asciugatura con il phon. Il risultato sarà un mosso definito ma allo stesso tempo molto naturale.