La concentrazione mentale necessaria per svolgere un esame è tanta, e non sempre è facile trovare il modo giusto per affrontare un grosso impegno di studio senza ansie e preoccupazioni che, inevitabilmente, limitano la capacità di assimilare le nozioni.

C’è chi si dispera inutilmente, e chi invece ha un suo metodo di studio personale che garantisce un esito positivo durante la prova. Tra il passare le ultime nottate sui libri, e al contrario abbandonarli già un paio di giorni prima dell’esame per evitare di dimenticarsi tutto, ecco una serie di consigli che aiutano a potenziare la concentrazione nei momenti di stress.

Galleria di immagini: Studenti ed esami

Per evitare che la memoria faccia brutti scherzi, infatti, è necessario prima di tutto mantenere la calma, fondamentale quando la mente deve inglobare una considerevole quantità di nozioni in poco tempo. Anche la scelta del luogo dove studiare è importante, che deve essere silenzioso e ben illuminato per evitare di sforzare troppo la vista.

Può essere molto utile, inoltre, predisporre un piano di studio dettagliato in partenza, infatti un pizzico di sana organizzazione non guasta neanche durante la preparazione degli esami. Conoscere i punti cardine di una tabella di marcia aiuta a non restare indietro, tralasciando alcuni argomenti a favore di altri.

Dal punto di vista strettamente fisico, è fondamentale che il corpo non sia disidratato, stato che causa emicranie e difficoltà nella concentrazione. Meglio assicurarsi uno stato di idratazione ottimale bevendo molta acqua ogni giorno.

Anche una dieta sana ed equilibrata è importante per mantenere sveglia e attiva la mente: frutta e verdura sono da preferire ai cibi pesanti e tipici dei fast food, che possono compromettere anche la digestione e dare sonnolenza. Stop anche al consumo di troppi caffè, infatti la caffeina ha il potere di potenziare l’ansia.

E inoltre, è consigliabile fare brevi pause dallo studio ogni due ore, e ossigenare il cervello prendendo una boccata d’aria, se è possibile. Ultimo punto, ma non meno importante: è bene regalarsi una piccola gratifica alla fine di ogni giornata di studio, che può essere anche la semplice visione di un film, oppure una cenetta rilassante.

Ricordiamo, infine, che è sempre possibile aiutarsi con la medicina omeopatica, che viene incontro in situazioni di stress attraverso alcuni integratori che aiutano durante i periodi di duro lavoro. Solo per fare qualche esempio, la ben nota Ignatia aiuta a limitare lo stress, e può essere usata in concomitanza con altri prodotti come il Kalium phosphoricum.