Stress, inquinamento e cattiva alimentazione sono solo alcuni degli acerrimi nemici dei capelli sani. Con il passare del tempo, infatti, è facile notare una chioma sempre più ribelle, dove i capelli sono sempre più opachi e spezzati.

Per sfoggiare capelli sani, è necessario prendersene cura in maniera costante: i metodi per garantirne la buona salute, affinché appaiano sempre belli e luminosi, sono tanti, alcuni anche molto semplici e naturali. Vediamo allora che cosa fare per avere capelli sani in una settimana.

  • Lunedì: attenzione all’alimentazione. Quello che si mangia – o che non si ingerisce mai – ha un enorme impatto sulla salute dei capelli, soprattutto quando si va avanti con gli anni. Per questo motivo sarebbe bene, almeno una volta a settimana, fare il pieno dei “super alimenti”, come il salmone (che contiene proteine ed acidi grassi omega-3), le verdure a foglia verde (fonti indispensabili di vitamine A e C) e le noci (incredibilmente ricche di zinco) che nutrono e rafforzano i capelli, migliorandone lucentezza e corposità.
  • Martedì: occhio gli ingredienti. Esistono delle sostanze che sono veri e propri alleati di bellezza per cute e capelli. Caffeina, pantenolo e vitamina B, presenti in diverse linee cosmetiche specifiche, sono l’ideale per aumentare il volume dei capelli senza appesantirli.
  • Mercoledì: niente phon. Un eccesso di trattamenti a volte può provocare l’effetto opposto dello sperato. Non solo è sbagliato esagerare coi lavaggi, perché la cute si secca troppo, ma anche abusare di phon e piastre indebolisce i capelli. Almeno un giorno a settimana è bene non toccare in nessun modo la propria chioma.
  • Giovedì: nuove federe al cuscino. Le fibre del cotone tendono a opacizzare la superficie dei capelli rendendoli inoltre ruvidi e favorendo la formazione di nodi. Le federe in cotone privano i capelli della loro naturale umidità rendendoli più crespi, secchi e fragili. Meglio le fibre di seta, molto simili a quelle dei capelli umani: contengono infatti il 97% di aminoacidi e il 3% di sostanze grasse e oleose. Le federe in raso sono più economiche rispetto a quelle in seta, ma apportano gli stessi benefici alla salute dei capelli.
  • Venerdì: la riga diversa. Il punto dove si tende a fare la riga è uno dei primi dove si diradano. I parrucchiere, infatti, consigliano di camuffare il problema preferendo la riga a zig-zag anziché la classica linea retta.
  • Sabato: esperimenti con la biotina. Alcuni studi hanno dimostrato che gli integratori di biotina (o vitamina H) possono aiutare i capelli a riacquistare volume e spessore in caso di diradamento temporaneo. La vitamina H è contenuta nel burro d’arachidi, nelle uova, nel formaggio e nei lamponi.
  • Domenica: una maschera come coccola. Si può scegliere una maschera fatta in casa, con ingredienti naturali, oppure si può ricorrere a un prodotto specifico da acquistare in un negozio specializzato o dal proprio parrucchiere: ciò che conta è che nella giornata di riposo ci si conceda del tempo da dedicare alla cura dei propri capelli.