Stitichezza, intestino pigro, stipsi sono tutti nomi di un disturbo davvero fastidioso che affligge moltissime persone, anche in Italia. Stefania Giambartolomei di Melarossa è intervenuta per spiegare le cause di questo problema e le possibili soluzioni per contrastarlo, ovvero svolgere attività fisica e seguire la dieta mediterranea.

Chi è stitica solitamente ha una ridotta – o nei peggiori casi ridottissima – frequenza di evacuazione, e ciò è chiaramente un problema. Sono varie le cause: un’alimentazione errata, una vita troppo sedentaria, stress o un vero e proprio disturbo funzionale, in quest’ultimo caso che accompagna la persona sin dalla nascita o quasi.

Esistono però diversi rimedi naturali per combattere la stitichezza: innanzitutto bisogna ricordarsi di bere molta acqua, circa due litri al giorno; aiutarsi poi bevendo il succo di pugne, prediligere acqua che contiene magnesio e mangiare dei kiwi ogni giorno.

La dieta mediterranea fornisce un valido aiuto contro la stitichezza perché gli alimenti base di questo regime alimentare hanno un alto quantitativo di fibre, che aiutano l’intestino a svolgere meglio la propria attività. Via libera dunque a frutta e verdura e a mangiare in modo regolare, a orari classici. Ricordarsi di fare sempre cinque pasti al giorno: colazione, due spuntini, pranzo e cena.

Non dimenticare mai di svolgere un po’ di sport ogni giorno, perché insieme alla dieta mediterranea aiuta a combattere la stipsi. Melarossa segnala che può capitare che seguendo una dieta dimagrante si diventi stitici, in questo caso è bene pazientare perché proseguendo la dieta dovrebbe scomparire. Meglio, invece, evitare i lassativi e i rimedi dell’erboristeria: a lungo andare fanno male e portano alla colite.

Fonte: Melarossa.