Sostenibilità della moda? La risposta sta anche nel saper costruire un guardaroba perfetto con pochi capi. Non solo Vivienne Westwood e Livia Firth, moglie impegnata di Colin Firth, richiamano da tempo a una sensibilità sempre più diffusa, che vede in un approccio meno consumistico la possibilità di un mondo migliore. Sembra che addirittura Kate Middleton, avvistata per ben 4 volte con lo stesso completo di Alexander McQueen, sia una delle paladine della lotta allo spreco. Già, perché avere troppi vestiti nell’armadio si traduce molto spesso in montagne di capi da smaltire ogni anno.

Leggi anche: Vestirsi con stile: le regole da conoscere

Il decluttering, d’altronde, è in gran voga negli ultimi tempi. Di che si tratta? Di liberare l’armadio di tutto quello che occupa spazio inutilmente: jeans troppo piccoli in cui non si entrerà mai più, abiti comprati millenni addietro, camicie mai indossate perché, una volta di fronte allo specchio di casa, ci si è accorte che stanno malissimo malgrado la commessa giurasse il contrario. Se eliminare il superfluo ha i suoi indubbi benefici, operare a monte, non comprando per il puro gusto di strisciare la carta di credito, con l’ansia di seguire i trend di stagione, sarebbe l’ideale. Ecco allora i 10 capi che secondo la redazione potrebbero essere sufficienti per costruire un guardaroba perfetto.

1. Jeans

Ogni donna deve acquistare il modello di jeans più adatto al proprio fisico, così da esaltare la propria silhouette. E questo è tanto più vero quando si deve scegliere l’unico paio da tenere quando si vuole costruire un guardaroba perfetto fatto di soli 10 capi. L’ideale sarebbe acquistare un jeans dal taglio sartoriale, come quelli di J Brand, che nella collezione di quest’anno ha proposto modelli a vita alta, modelli a zampa stretti e cropped, materiali soffici e rigidi a contrasto che si rifanno allo stile degli anni Novanta con l’aggiunta del denim slim che modella il corpo delle donne che lo indossano: non a caso sono i jeans più amati da Kate Middleton (390 euro).

2. T-shirt a righe

Immancabile quando si vuole strizzare l’occhio alle cugine d’oltralpe, da indossare con pantaloni morbidi e sneakers da perfetta parigina. Un filo di trucco e i capelli raccolti in una coda di cavallo completano un outfit perfetto per una giornata di libertà. La scelta della redazione? La T-shirt in cotone con il messaggio femminista di Maria Grazia Chiuri per Dior (prezzo su richiesta)

3. Camicia bianca

Versatile ed evergreen, la camicia bianca può essere indossata con facilità sopra i jeans per outfit molto casual o con una gonna per donare un’allure informale a uno stile più classico. Gli scaffali delle catene di abbigliamento ne sono pieni e gli stilisti non perdono occasione di proporne modelli a ogni collezione. Scollo rotondo e maniche lunghe, con chiusura a lato dello scollo con un bottone e nodo a cravatta per il modello di Sandro Paris (145 euro).

4. Gonna a matita

Tra i modelli di gonne, quello a matita è il più classico ed elegante, che mette in risalto le forme delle donne. Al ginocchio e con lo spacco sulla parte posteriore, è un’ottima alternativa al pantalone elegante nei tailleur da indossare in ufficio, dotata come è di un tocco di femminilità in più. La gonna di Marni con nodo frontale di colore blu è in cotone (1.290 euro).

5. Tubino nero

Inutile stare a ripetere ancora il ruolo svolto dal little black dress nella storia della moda, del cinema e dei guardaroba personali. Assodato, quindi, che non se ne possa fare a meno, il tuxedo mini-press di Alexander McQueen reinterpreta un grande classico senza snaturarlo: nero, in crêpe è senza maniche e arriva sopra al ginocchio (1.495 euro su net-a-porter).

6. Tailleur pantalone

Immancabile per gli outfit da ufficio, il tailleur pantalone non può assolutamente mancare, nelle tinte più scure, dal blu, al nero fino al grigio. Per variare? La proposta Fendi, con giacca doppiopetto dalla linea slim e allungata, chiusa con bottoni foderati, realizzato in drill di lana con fantasia check di diverse dimensioni stampata nei toni del rosso. Completato da inserti in visone tono su tono ai polsi. Il pantalone ha gamba ampia e dritta (2700 e 800 euro).

7. Blazer

Creato per la Marina inglese, rivoluzionato dalla solita Coco Chanel, il blazer è uno di quei capi tornato fortemente in auge negli ultimi tempi, capace di risolvere le situazioni più disparate. Difficile non amarlo e non averlo nell’armadio. Saint Laurent propone una giacca spencer con collo scialle in gabardine nera (2.290 euro)

8. Trench

Nel capitolo “grandi classici british” non si può certo far passare sotto silenzio il trench, l’impermeabile che non passa mai di moda. Se il più classico è quello di Burberry, ha conosciuto nuove fortune grazie a Fay. A noi di Diredonna piace il trench di Zara, in cotone rosa (59,95 euro).

9. Giacca jeans

Corrispettivo sportivo del blazer, la giacca jeans regala insperate e inaspettate gioie legate alla possibilità di abbinamenti sempre nuovi e personalissimi. La proposta più chic? La giacca in denim verde militare di Valentino morbida e con lavaggio vintage. La  parte posteriore caratterizzata da bretelle incrociate (980 euro).

10. Abito elegante

Una cena importante o una festa inaspettata sono alcune delle occasioni in cui avere un vestito elegante è indispensabile. Se si ha a disposizione un budget considerevole si può optare per un kaftano Gucci come quello realizzato nella stampa Flora: silhouette morbida e un’allure esotica che richiama il movimento hippie degli anni ’60 e ’70 (3.500 euro).