Se si conosce cosa mangiamo, soprattutto tramite il modo in cui lo cuciniamo, di certo ci farà aprire gli occhi su diverse cose, tra le quali la salute e la forma fisica. Molte persone credono di cucinare cibi sani in maniera corretta, rendendoli invece nocivi e non salutari.

Infatti ci sono dei grandi errori che vengono commessi, senza volerlo, in {#cucina}, rapiti dagli intingoli e dalla gola. Alcuni tra i più grandi errori che si potrebbero fare durante la preparazione di alimenti che sono generalmente considerati buoni, scelti e nutrienti sono, ad esempio, cucinare un pollo ruspante alla griglia (all’insegna del sano) con salsa di barbecue o altre salse in commercio per carni (all’insegna del cibo malsano!).

Difatti tali salse sono ricche di zuccheri, burro e una quantità enorme di calorie, assumendo almeno cento calorie in più su una porzione di pollo. Un’alternativa oculata potrebbe essere quella di preparare un brodo di pollo ben speziato e aggiungere salsa di soia e una piccola quantità di salsa Worcestershire. Dopo aver fatto riposare il tutto per alcune ore, si può condire il pollo o la carne grigliata, ottenendo un sapore analogo ma senza assumere troppe calorie.

Esistono in commercio anche dei condimenti per insalate o le insalate pronte: questi sono piatti dietro i quali potrebbero nascondersi molti grassi, più di quanto immaginiamo. Preferibile è leggere sempre la targhetta nutrizionale prima di fare i nostri acquisti alimentari. Inoltre molti condimenti con una minore concentrazione di grassi possono avere, all’opposto, una rilevante quantità di zuccheri.

L’ideale sarebbe cuocere le pietanze a vapore – mantenendo intatti, in questa maniera, anche preziosi nutrienti, quali i sali minerali e le vitamine – oppure bollite (non male l’idea della pentola a pressione o del microonde per mantenere inalterato anche il sapore). Sui nostri alimenti freschi sono tendenzialmente da evitare gli oli vegetali idrogenati come le margarine, nocivi anche per chi soffre di colesterolo alto.

Ed ancora da evitare sono il burro e altre salse grasse tipo maionese e ketchup, mentre consigliatissimi sono gli oli vegetali, soprattutto a crudo, come olio di oliva o di semi e aceto. Insomma la chiave per evitare le abitudini malsane di mangiare è quella di studiare bene le etichette degli alimenti, in modo tale da non dover ricorrere a una dieta dimagrante drastica per l’eccesso di calorie assunte ma più di tutto per una questione di salute generale, cosa che bisognerebbe tenere sotto controllo più spesso, partendo da una sana cucina.

Non guasta assolutamente integrare piatti anche ben conditi con vegetali, e corredarli con tanta frutta fresca di stagione.

Fonte: Foxnews.