Come cucinare le melanzane? Alla griglia, in padella con le altre verdure di stagione, per cucinare il sugo o come ripieno per tortelli e lasagne. Composte principalmente di acqua le melanzane sono un ortaggio ricco di vitamine e sali minerali e con pochissime calorie. Ideali da consumare per depurare l’organismo, occorre attenzione e non utilizzare eccessivi grassi durante la cottura per mantenerne inalterate le proprietà benefiche. All’acquisto bisognerà sempre porre attenzione all’aspetto che dovrà essere lucido, senza macchie e sodo al tatto segno inequivocabile di freschezza.

Di seguito tre idee facili per cucinare le melanzane.

Melanzane alla griglia

Melanzane grigliateLavate 4 grosse melanzane e affettatele per la lunghezza in fette spesse 1 cm. Salatele leggermente e fatele riposare su un piatto leggermente inclinato per far perdere loro l’acqua di vegetazione e il sapore amaro. Cuocetele alcuni minuti per lato su una griglia ben calda e leggermente unta con l’olio extravergine di oliva. Man mano che saranno pronte ponetele in un piatto da portata e conditele con poco fior di sale e ancora un filo di olio. Per un pasto leggero ma completo servite le melanzane grigliate con qualche cappero, bocconcini di mozzarella e foglioline di basilico.

Involtini di melanzane

involtini di melanzaneLavate 3 melanzane e affettatele per la lunghezza; grigliatele su una piastra ben calda per 2-3 minuti per lato. Salate leggeremente. Preparate una farcia lavorando, con un cucchiaio di legno, 200 g di formaggio di capra morbido, prezzemolo tritato, un filo di olio extravergine di oliva, sale e una macinata di pepe. Stendete su ogni fetta grigliata di melanzana la crema ottenuta e arrotolate. Fermate con uno stecchino e servite cospargendo con prezzemolo tritato.

Pasta con le melanzane

pasta con le melanzaneTagliate una grossa melanzana a tocchetti di uguali dimensioni e cuocetela in una padella antiaderente con un cucchiaio d’olio extravergine di oliva e uno spicchio d’aglio rigirandole spesso finché non avranno assorbito tutto l’olio. Unite quindi 250 g di pomodori pelati, salate e continuate la cottura per altri dieci minuti. Cuocete al dente 350 g di rigatoni in abbondante acqua salata, scolateli e versateli nella padella con il sugo. Cospargete con abbondante prezzemolo tritato e mescolate per amalgamare bene. Servite con un abbondante grattugiata di ricotta affumicata.