Cucinare può essere un obbligo stressante, un piacevole passatempo o un modo per tenerci in linea e in {#salute}. Molto spesso, infatti, si tende a dimenticare che uno dei modi migliori per perdere qualche chilo e fare del bene al nostro organismo è proprio quello di cucinare in modo sano. Ecco allora alcuni semplici consigli facili da seguire e da applicare alla {#cucina} di tutti i giorni, che renderanno i vostri pasti più leggeri e salutari.

Di basilare importanza è la freschezza delle materie prime: frutta, verdura, carne e formaggi. È importante controllare con la massima cura che i prodotti che state per acquistare siano davvero freschi e non abbiano cominciato a fare la muffa o emanino un cattivo odore. Questo è più facile da verificare mediante l’acquisto di prodotti venduti sfusi e non già confezionati. In quest’ultimo caso, aguzzate la vista per cercare di capire se i pomodorini che state per comprare siano davvero tutti freschi o se quelli sul fondo della confezione non abbiano già cominciato a marcire.

Limitare l’utilizzo dell’olio. Nonostante le proprietà benefiche di questo alimento, a causa del suo elevato apporto calorico (ben 899 kcal per 100 grammi) è importante usarlo con la massima attenzione e parsimonia, magari alternandolo alle qualità ottenute dalla spremitura di semi come girasoli o noci.

Importante evitare il consumo di cibi già pronti o precotti, che sono molto calorici ed elaborati, e acquistare, al contrario, prodotti freschi di qualità e di stagione.

Consumare con regolarità prodotti integrali è indispensabile per il nostro organismo. Questi tipi di alimenti (quelli dove la crusca non viene rimossa) sono infatti ricchi di fibre che, come abbiamo visto, sono una delle sostante fondamentali per il nostro {#benessere}.

Preferite i grassi insaturi a quelli saturi, quando possibile. Pesce, olio di mais, olio di oliva, semi di zucca, semi di sesamo, nocciole e noci sono gli {#alimenti} in cui trovare alti livelli di grassi insaturi.

Nelle vostre ricette utilizzate le cosiddette alternative sane. Sostituite il latte intero con quello parzialmente scremato, con il tofu, il latte di cocco o quello di mandorle; scegliete una farina di tipo integrale per preparare il pane o la pasta e dolcificate con miele al posto dello zucchero.

Anche il metodo di cottura può influire sulla qualità della vostra cucina. Friggere utilizzando olio e burro in abbondanza non è decisamente un metodo di cottura sano, anche se state friggendo delle semplici carote o della verdura. Grigliare o cuocere al vapore sono le giuste alternative per la preparazione dei vostri cibi.

Infine, più cibo sano tenete in casa, meno rischiate di farvi tentare da ricette poco sane. Spesso infatti si cede al cibo malsano in mancanza di alternative: se in frigo mancano frutta e verdura si ripiega sul cibo confezionato e già pronto, se non si ha tempo di andare a fare la {#spesa} ci si accontenta di patatine e altri snack.

Cercate, quindi, di organizzare la vostra dispensa in modo da avere sempre in casa una buona scorta di prodotti freschi e salutari.

Fonte: Healthmeup