Non è difficile seguire una dieta dimagrante senza fare però troppi sacrifici. Importante è avere delle accortezze nella scelta degli alimenti giusti, magari con il consulto di un nutrizionista o esperto del settore. Da non trascurare però è anche l’attività fisica, fondamentale per perdere peso nella maniera corretta. Ecco i cibi che possono dare una mano alla linea: il peperoncino, ad esempio, è un alimento che riduce i morsi della fame.

Condire le pietanze con un pizzico di tale spezia, secondo degli studi americani, aiuta anche a bruciare calorie grazie a una molecola chiamata capseicina, secondo quanto reso noto dalla rivista Physiology and Behavior. Con l’aumento della temperatura corporea il peperoncino permette il consumo della calorie introdotte con i pasti. Tra l’altro il peperoncino è anche un antiossidante e antidolorifico e tende a far scendere i livelli di insulina nel sangue.

Da una ricerca neozelandese, inoltre, anche i legumi smorzano di gran lunga il senso di fame e vanno introdotti nella dieta dimagrante. Piselli e fagioli, infatti, sarebbero degli alleati della linea, contrariamente a quanto si pensava in passato, in special modo se se ne consumano mediamente due porzioni al giorno. Per di più piselli e fagioli terrebbero sotto controllo la pressione sanguigna e il livello di trigliceridi circolanti nel sangue.

Unico handicap è il gonfiore addominale che provocano per via della fermentazione e soprattutto nei soggetti che ne soffrono da sempre, ma a questo si può ovviare consumandoli frullati. Altri alimenti per tenere sotto controllo la linea e da introdurre nella dieta dimagrante sono: il vino bianco come base del soffritto al posto dell’olio (quest’ultimo da usare a crudo), ricotta anziché panna, piatti più piccoli e caraffe d’acqua – l’acqua è un toccasana per alleviare la fame, soprattutto se bevuta lontano dai pasti – al posto di alcolici e bevande gassate.

Inoltre in frigorifero, per sopperire ai morsi della fame, devono essere tenuti cibi ipocalorici a portata di mano per gli spuntini, quali yogurt magro, qualche fettina di mela, misto di frutti di bosco, ma anche carote, sedano, ravanelli e lattuga per un ottimo pinzimonio. Per di più i cibi integrali aiutano a renderci più sazi: non hanno proprietà dimagranti ma sono un’ottima strategia da consumare durante i pasti.

Inoltre mai saltare la colazione per evitare il calo di zucchero delle 11. Più opportuno invece sarebbe consumare un bicchiere di latte, un cucchiaino di zucchero, due fette di pane integrale con miele e un frutto. Anche i sapori e i profumi di un piatto dietetico sono importanti: in tal modo ci si sente più soddisfatti quando ci si alza da tavola, rispetto a un pasto troppo semplice e privo di spezie.

Fonte:Times of India.