L’essere umano è sempre stato alla continua ricerca della felicità attraverso gli affetti, un lavoro migliore e una vita più a contatto con la natura, proprio perché la componente emozionale è fondamentale nella vita di ogni individuo al fine di raggiungere lo stato di grazia del completo appagamento fisico e morale.

Tuttavia esistono delle tecniche semplici ed efficaci che aiutano a incrementare le sensazioni di benessere basate sul conseguimento di obiettivi, che favoriscono notevolmente l’umore: sono nove regole che educano corpo e mente. La prima regola è aumentare il livello di attività fisica per incrementare l’energia del corpo in ogni momento della giornata, come ad esempio scegliere di fare le scale anziché di prendere l’ascensore.

Sembrerà un’ovvietà, ma quando il corpo reagisce attiva le funzioni e immediatamente l’organismo viene pervaso da maggiore energia, il che significa maggiore vigore e più concentrazione di difese immunitarie. Bastano una manciata di minuti per regalare ai muscoli, alle articolazioni, una passeggiata tonificante anche per l’anima.

La seconda regola è di uscire: ciò significa che la luce del giorno, l’aria aperta ossigenata dagli alberi, sono elementi che stimolano la formazione di sostanze chimiche celebrali, responsabili dell’umore: ecco perché molti psicologi, consigliano una gita fuori porta al mattino, il momento migliore in cui il pianeta si risveglia.

La terza regola è fare vita sociale, avere degli amici reali, con cui stringere un legame forte, e condividere la bellezza e l’amarezza della vita: questa è una regola fondamentale perché quando si agisce in modo amichevole, non solo gli altri si sentono più bendisposti, ma questo rafforzerà i sentimenti di amicizia per e verso gli altri creando un’energia positiva.

La quarta regola è di eliminare o sbarazzarsi di un’incombenza fastidiosa, che causa stress e ansia: se si affrontano i problemi, invece di accumularli, la mente ne gioverà sentendosi libera dal peso che quello stesso problema provocava; ma se al contrario si tende ad accumulare le ansie, sarà difficile raggiungere lo slancio di euforia.

Quando si dice che l’uomo è l’artefice del suo destino, quindi della sua felicità, si dice una verità che si può raggiungere creando anche un ambiente vitale più sereno, la regola numero cinque, infatti, suggerisce di ordinare la propria vita domestica al fine di trovare, all’interno della propria casa, un senso di pace interiore maggiore: sembrerà banale, ma organizzare le bollette, riassettare gli armadi, sono tutti compiti da affrontare e risolvere per godersi l’ordine della propria casa.

La regola numero sei, impone di fare una buona azione verso gli altri che provocherà un senso di appagamento e soddisfazione davvero gratificante, come ad esempio inviare via email delle informazioni utili a un conoscente in difficoltà. Di questo avviso, è anche la regola sette che descrive quanto sia importante e soddisfacente salvare la vita di un’altra persona, donando il sangue ad esempio, perché fare del bene a qualcuno fa sentire al settimo cielo.

La regola numero otto è consiglia di avere un atteggiamento positivo e sorridente nei riguardi della vita e degli altri; infine l’ultimo step, è imparare sempre qualcosa di nuovo: il cervello umano ha sempre bisogno di nuovi stimoli e nuovi apprendimenti. Molti credono che essere felice nasconda un atteggiamento egoista, ma in realtà una recente ricerca scientifica mostra che le persone più felici sono anche più socievoli, simpatiche, sane e produttive, infine più inclini ad aiutare gli altri.

Fonte: Realsimple.