Quando arriva un bebè in casa è importante sapere fin da subito come fare il bucato dei neonati, che richiede attenzioni particolari fin dal momento dell’acquisto non solo nei grandi magazzini o sulle bancarelle del mercato, ma anche nei migliori negozi, perché i deliziosi abitini azzurro/rosa possono essere un po’ impolverati o ricoperti di sostanze chimiche per la perfetta conservazione.

Ecco perché il bucato dei neonati è un’operazione da fare prima che i capi vengano indossati, con un detersivo specifico o ecologico senza fosfati, bicarbonato e un apposito disinfettante, senza scartare l’idea di un detersivo naturale fai da te, ecologico, low cost e altamente igienizzante.

Bucato in lavatrice

Per fare il bucato dei neonati in lavatrice sono sconsigliabili gli ammorbidenti, di solito addizionati al comune detersivo per rendere i capi più morbidi ma che, a contatto con il corpo, possono provocare nei neonati pericolose allergie. Più sano e naturale un cucchiaio di aceto bianco o di bicarbonato aggiunto nell’apposita vaschetta della lavatrice, che peraltro ha anche un effetto igienizzante. In alternativa al bicarbonato o all’aceto bianco, perché non ricorrere a un ammorbidente fai da te? In una bottiglia vuota, ben lavata,  mettete 1 litro di acqua distillata tiepida, 100 g di acido citrico e 10 gocce di olio essenziale (non necessario ma utile se volete profumare).

Per il bucato dei neonati non servono alte temperature: per l’intimo basta un programma di lavaggio per capi delicati ad una temperatura compresa tra i 30 °C e i 60 °C. In caso di macchie particolari, pretrattatele a mano con il sapone di Marsiglia e poi via in lavatrice, aggiungendo un apposito disinfettante per il bucato dei neonati.

Bucato a mano

Per una maggiore durata degli indumenti delicati è consigliabile il lavaggio a mano con un prodotto specifico, liquido o in scaglie. In questo caso, si mettono a bagno i capi con il sapone per un’oretta per dare tempo al detersivo di agire e poi si risciacquano accuratamente in abbondante acqua corrente, per eliminare residui di detersivo. Se acquistate o ricevete in regalo un vestitino nuovo, mettetelo a bagno per una mezz’oretta e poi risciacquate in lavatrice.

Detersivo liquido fai da te

Grattugiate 250 gr di sapone di Marsiglia e versatelo in una pentola, preferibilmente di acciaio, contenente 2 litri e mezzo d’acqua. Portate a bollore mescolando e quando il sapone si scioglie (di solito in pochi minuti), frullate per un minuto il composto servendovi di un frullatore a immersione. Una volta raffreddato, avrete un detersivo liquido gelatinoso altamente igienizzante e low cost pronto all’uso in lavatrice.

Il consiglio

Il bucato dei neonati non va fatto  insieme a quello di mamma e papà, e neppure con quello del fratellino o la sorellina, per il quale si utilizzano di  solito detersivi contenenti fosfati che potrebbero nuocere alla delicata pelle e soprattutto agli occhi del piccolino appena venuto alla luce.