All’entrata della sala per il ricevimento, il tableau del matrimonio è fondamentale per aiutare gli inviati a trovare il loro posto a tavola. Disposizione, che all’apparenza può sembrare semplice, ma che in realtà regala diverse nottate insonni a molti sposi, alle prese non solo con le regole del bon ton ma anche con equilibri, simpatie e antipatie da rispettare per evitare possibili fastidi e attriti.

Le due regole principali da cui partire potrebbero essere quelle di unire le famiglie con i bambini, in modo che i più piccoli così si annoino di meno e le mamme facciano a turno per controllarli, e di mettere i single a uno stesso tavolo, per quanto possibile, così da facilitare la disposizione e aiutare eventuali nuove simpatie.

Il consiglio migliore che si possa a dare a dei giovani sposi alle prese con il tableau del matrimonio è quello di iniziare a riflettere sull’assegnazione dei posti una ventina di giorni prima del matrimonio, in modo da dare al catering indicazioni concrete sul numero dei tavoli e sulla relativa disposizione. Un paio di giorni prima del matrimonio, però, sarà necessario rivedere le scelte sulla base delle disdette o conferme dell’ultimo minuto.

Come far in modo che il tableau del matrimonio non sia anonimo? Basta avere un pizzico di creatività o affidarsi alle sapienti mani di una wedding planner, che saprà dar vita a soluzioni carine e originali. Ecco, per chi preferisce il fai da te, qualche tema e delle idee per fare il tableau del matrimonio.

  • Nei matrimoni a tema vintage vengono spesso utilizzate delle lavagne dallo spirito retrò – piccole o grandi che siano – perfette come tableau di matrimonio perché possono essere corrette all’ultimo momento se qualche invitato non dovesse presentarsi.
  • Cornici, di forme, colori e dimensioni diverse, possono essere utilizzate nello stesso numero dei tavoli: in ognuna si può inserire un foglio con il numero del tavolo e l’elenco degli invitati. Possono essere appese creando la composizioni preferita, per una soluzione semplice ma di grande effetto.
  • Per un matrimonio a tema country chic, si può prendere una mensola da cucina riciclata e ricolorata in pendant con la struttura dove adagiare dei barattoli di vetro da conserva decorati con pizzi e nastri vezzosi; i cartellini, invece, sono vengono attaccati ai ripiani con le puntine.
  • Matrimonio ispirato ai viaggi? Allora è perfetto un tableau realizzato con le carte geografiche. In questo caso ad ogni tavolo si può dare il nome di una località.
  • Le escort cards svolgono la stessa funzione del tableau de marriage: si utilizzano tanti cartoncini quanti sono gli ospiti su cui viene scritto il nome dell’invitato e il numero del tavolo corrispondente. Possono essere realizzate in diversi colori, forme e materiali così da adattarsi al tema del matrimonio. Le escort cards, però, non devono necessariamente essere di carta; qualsiasi oggetto su cui poter scrivere o a cui poter attaccare un bigliettino potrà andar bene.