L’estate è ormai arrivata e con lei anche la voglia di regalarsi finalmente una tintarella invidiabile: ma come fare per abbronzarsi bene e senza rischi?

Prendere il sole, si sa, ha molti effetti benefici poiché permette al corpo di assimilare la Vitamina D, ma anche alla mente di fare il pieno di energia, prevenendo stress e depressione.

Detto questo, però, non bisogna dimenticare che prendere il sole può avere anche effetti molto negativi, specie se non si rispettano alcune buone regole: un’esposizione prolungata e senza un’adeguata protezione dai raggi UVA e UVB infatti non solo può dare origine a spiacevoli scottature o eritemi, ma alla lunga può causare gravi danni alla pelle, facendola invecchiare precocemente e, nei casi peggiori, esponendola al rischio di tumori maligni.

Ecco allora le regole da rispettare per una super tintarella, invidiabile sì, ma anche a rischio zero.

  • Conoscere il proprio fototipo. Una crema solare qualsiasi non basta per essere certi di proteggersi dal sole in modo adeguato. La cosa migliore infatti è conoscere il proprio fototipo così da scegliere il filtro adatto al proprio tipo di pelle.
  • Applicare la crema in modo corretto. Una volta scelta la crema solare adatta alla propria pelle, bisogna prestare attenzione ad applicarla in modo corretto. Meglio stenderla prima di andare in spiaggia, ripetendo l’applicazione almeno ogni 3 ore e sempre dopo i bagni in mare.
  • Esporsi gradatamente. Se anche si ha a disposizione un solo weekend al mare, meglio evitare una full immersion di sole per troppe ore consecutivamente. Prendere il sole poco alla volta è infatti il modo migliore, non solo per salvaguardare la pelle, ma anche per ottenere un’abbronzatura naturale e duratura.
  • Mai nelle ore più calde. Allo stesso modo è importante evitare di esporsi al sole nelle ore più calde, vale a dire dalle 11 alle 16. In questa fascia oraria infatti i raggi del sole sono molto più dannosi.
  • Alimentazione ad hoc. Per abbronzarsi facilmente e soprattutto in modo duraturo, è fondamentale l’aiuto di alcuni cibi. Via libera dunque a un’alimentazione ricca di frutta e verdura ma soprattutto di betacarotene sostanza che stimola la melanina ed è contenuta in albicocche, melone, spinaci, peperoni e carote.
  • Attenzione ai farmaci. Se durante i giorni di esposizione al sole si stanno assumendo farmaci è sempre bene chiedere un parere ad un esperto. Alcuni medicinali, come per esempio certi antibiotici, infatti, possono avere effetti indesiderati se ci si espone al sole.
  • Idratare la pelle. Infine, per un’abbronzatura sana e duratura, bisogna sempre ricordarsi di mantenere ben idratata la pelle. Via libera allora a un doposole rinfrescante e nutriente che aiuti a rigenerare la pelle dopo lo stress causato dal sole.