Una coda di cavallo elegante regala un aspetto sofisticato, senza per questo dover abdicare alla praticità e alla comodità. Realizzare questo tipo di acconciatura può sembrare molto semplice, ma per ottenere un effetto ordinato e glamour è necessario lavorare nel modo giusto i capelli.

Pratiche per eccellenza, le code di cavallo si sono evolute. Non più semplice modo di legare i capelli, le code non sono mai uguali a se stesse, ma riscoprono nuovi stili e tendenze che le rendono più simili ad acconciature sofisticate.

Le tipologie principali di coda di cavallo sono tre: alta, bassa e laterale. Laterale per chi ha il viso ovale, bassa per i visi lunghi, meglio alta per chi ha un ovale tondo e paffuto.

Come realizzare una coda di cavallo elegante

  • Per prima cosa è importante che i capelli siano setosi e lucidi. Per avere una chioma di questo tipo è necessario passare la piastra sulle lunghezze.
  • È fondamentale applicare sulle punte un siero idratante e anti crespo, come alcune gocce di olio di semi di lino o di argan.
  • Ottenuta una piega perfetta, è necessario pettinare i capelli, tirandoli tutti indietro o facendo una riga centrale molto precisa, a seconda di come sta meglio con la forma del proprio viso. In generale, va tenuto presente che la riga in mezzo tende ad allungare il viso, per questo motivo è meglio soprassedere in caso di ovale già pronunciato.
  • Per completare la coda di cavallo, i capelli vanno fermati con un elastico.
  • Per replicare l’effetto bon ton visto sulle passerelle basta avvolgere una ciocca di capelli attorno alla coda in modo da nascondere il fermaglio.
  • Per dare volume alla coda, basta girare tutte le punte su se stesse, in modo da realizzare una sorta di chignon. Il tutto va fissato con una dose generosa di lacca a tenuta forte.
  • La coda di cavallo alta dona eleganza e finezza non solo al viso ma all’intera silhouette. L’ultima tendenza consiglia di aggiungere un po’ di volume cotonando le ciocche sulla testa, per poi unire il tutto in una coda alta.
  • La coda di cavallo bassa conferisce un aspetto raffinato, ma nello stesso tempo casual. Due i modi principali per pettinarla: la coda di cavallo tirata con riga laterale o in mezzo e la coda di cavallo morbida e romantica, da cui lasciare uscire uscire qualche ciocca per un effetto un po’ spettinato. Nel primo caso è meglio stirare i capelli, mentre nel secondo si possono lasciare mossi e liberi.
  • La coda di cavallo laterale è indicata per un look ricercato. Innanzitutto bisogna tracciare una riga laterale e unire i capelli sullo stesso lato. Nella versione tirata, è necessario legare i capelli in una coda di cavallo ultra-liscia, magari dopo avere passato la piastra. Nella versione morbida si possono mantenere i capelli al naturale o accentuare i capelli mossi con leggere onde.