Scoprire come fare una dieta che funzioni, riuscire a raggiungere la forma perfetta e farla durare nel tempo: è questo il sogno di quasi tutte le donne ma è un sogno che si conquista impegnandosi, curando l’alimentazione, avendo costanza e facendo dell’attività fisica.

Le indicazioni su come fare una dieta che funzioni e che possa durare nel tempo sono in realtà piuttosto semplici da seguire, quando non vi sono particolari condizioni che virano sul patologico (e che solo un medico può aiutare ad affrontare e risolvere). Ciò che fa la differenza è la forza di volontà e la voglia di cambiare il proprio stile di vita, abituandosi ad avere un’alimentazione il più possibile sana ed equilibrata, scrollandosi di dosso la pigrizia e iniziando a fare dello sport e dell’attività fisica una costante delle proprie giornate.

Come fare una dieta che funzioni e duri nel tempo: consigli

Premesso tutto ciò, se non vi sono situazioni patologiche che solo un medico può affrontare (obesità, altre malattie come intolleranze o disturbi del metabolismo, tanto per fare degli esempi concreti), i consigli su come fare una dieta che funzioni e che possa far mantenere i risultati raggiunti anche nel corso del tempo si basano soprattutto sui seguenti punti.

  • Abbandonare il concetto di dieta e abbracciare quello di corretto stile di vita. Il concetto di dieta può essere più difficilmente accettabile a livello psicologico: perdere peso e restare in forma deve invece diventare un’educazione di vita, un’abitudine sana che una volta conquistata non si farà più fatica a seguire. All’inizio occorre tanta forza di volontà per rinunciare ad alcuni cibi, per mettersi una tuta e andare in palestra o fare esercizi fisici almeno due o tre volte la settimana, ma con il passare dei giorni tutto ciò diventerà automatico e sarà una fatica dovervi rinunciare.
  • Dire addio alla pigrizia. Spesso non riuscire ad impostare un corretto stile di vita (dall’alimentazione all’attività fisica costante) è tutta una questione di pigrizia che sovrasta la forza di volontà. Come già indicato al punto precedente, tutto sta nel cominciare: una volta che tutto ciò è divenuto un’abitudine, difficilmente se ne farà a meno, soprattutto dopo aver visto i risultati positivi arrivare e soprattutto dopo che il corpo e l’organismo si saranno abituati al nuovo stile di vita.
  • Curare l’alimentazione. Evitare cibi troppo grassi, troppi zuccheri, i fritti e i dolci spesso e in abbondanza. Sono poche le regole per avere un’alimentazione sana. A tutto questo si aggiunga che la quantità giornaliera di calorie assimilate deve essere proporzionata allo stile di vita che si ha (chi è sedentaria avrà certamente bisogno di un quantitativo minore di calorie rispetto a chi ha una vita dinamica e frenetica).
  • Concedersi qualche tentazione. Uno strappo alla regola di tanto in tanto è il segreto per non abbandonare mai i risultati raggiunti, concedendosi di rado qualche tentazione (un fritto leggero, un dolcino).
  • Non fare diete lampo. Chi proprio non riesce a staccarsi dal concetto di dieta, dovrebbe capire che fare diete lampo, in cui i primi giorni si muore letteralmente di fame, è la scelta più sbagliata che possa esserci. Meglio avere risultati più lenti ma più efficaci, senza essere mai affamate. Risultati graduali rendono molto di più dei risultati drastici, soprattutto se si desidera mantenerli nel corso del tempo.