A volte può capitare di entrare in conflitto con il proprio capoufficio per divergenza di idee o semplicemente perché egli non gradisce un determinato comportamento. Ma se ci si gioca la promozione ecco che diventa fondamentale farsi apprezzare per le proprie doti e, più in generale, per il proprio lavoro.

Innanzitutto affinché il capoufficio vi noti è bene eliminare ogni eventuale comportamento che possa mettervi in cattiva luce. Perciò è meglio, ogni mattina, arrivare in orario sul luogo di lavoro, essere sempre impeccabili nel look, non andare oltre l’orario previsto per la pausa pranzo, limitare allo stretto necessario le volte in cui si è costretti a finire in anticipo la giornata lavorativa e, infine, rispettare le scadenze sulla presentazione dei progetti.

Per ingraziarsi il capo può giovare il parere di un collega di lavoro, purché sia fidato: infatti, avere un’opinione diversa dalla propria può far avere una visione completa della situazione e portare a correggere eventuali sbagli. Quel parere potrebbe essere uguale a quello del datore di lavoro, per questo motivo non si deve mai sottovalutarlo. Attenzione però a non confidare tutto al collega perché potrebbe sfruttare la situazione a proprio vantaggio screditando voi e il vostro operato.

Altro piccolo accorgimento è quello di essere sempre organizzati quando ci si deve recare a una riunione, preparando per tempo tutto il necessario. Tutto dipende dall’importanza della riunione e dai punti all’ordine del giorno, ma potrebbe essere d’aiuto portare con sé una copia di ogni progetto o compito svolto nell’ultimo periodo. Così facendo il capo vi vedrà svegli e efficienti apprezzando, dunque, il lavoro compiuto. Potrebbe servire anche un atteggiamento accondiscendente nei confronti delle scelte fatte dal proprio capoufficio, perché in questo modo ci si dimostra pronti a qualsiasi evenienza.

Ovviamente mai abbattersi per qualsiasi parere negativo espresso dal direttore, ma piuttosto cercare di trarre spunto dalle critiche per migliorare nel prossimo futuro. Se la situazione, per un qualsiasi motivo non dovesse migliorare, forse sarebbe meglio incominciare a guardarsi intorno per cercare una nuova sistemazione lavorativa.

Fonte: ArticlesBase