È il colore femminile per eccellenza, e proprio per questo a volte considerato un po’ frivolo: in realtà, grazie alle sue mille sfumature, basta sapere come indossare il rosa perché questa tinta sia giusta per ogni occasione.

Ecco consigli e idee per indossare il rosa al meglio.

  • Prima di tutto, è bene sapere quale è il rosa giusto da scegliere in base al colore dei capelli e al fototipo: se per le pelli olivastre e abbronzate con chiome brune è perfetta una tinta tenue come il rosa antico, alle bionde sta bene praticamente ogni sfumatura di rosa, in particolare quella confetto. Il fucsia, poi, sta bene a tutte, quindi – sebbene con la parsimonia da dedicare alle tinte intense – non temete di osare nell’utilizzarlo.
  • Il rosa è un colore perfetto per aggiungere un tocco in più alle stampe in bianco e nero, che siano righe, quadretti o fantasie, ma anche nell’abbinamento sofisticato ed estremamente chic con tinte neutre come il beige. Il rosa, poi, è adatto ai look più romantici, improntati con leggere camicette a pois e tessuti in pizzo, magari scelti per una minigonna originale.
  • Forse l’abbinamento migliore (sicuramente il più amato e semplice) è con il nero, che a seconda delle declinazioni regala una tendenza rock oppure chic, ma non sono da disdegnare gli accostamenti con il marrone e il blu scuro, più particolari. Chi, al contrario, vuole sdrammatizzare il lato più “sdolcinato” può scegliere di abbinare al rosa un colore brillante di un’altra gamma, come un verde acceso, per una mise primaverile, trendy e imperniata su un mood anni Settanta.
  • Un cappotto rosa, che ricorda look vintage alla Grace Kelly o alla Jacqueline Kennedy, è un’alternativa raffinata ai colori classici, specialmente se il guardaroba è composto soprattutto di colori neutri che ben si possono abbinare alla tinta particolare. Un abito rosa può essere molto elegante se lungo, in chiffon e tonalità cipria, per un look da completare con accessori neutri, ma può essere anche corto e frizzante se di un tono acceso, da sdrammatizzare magari con tronchetti e giacca in pelle nera alla Grease.
  • Il tailleur confetto è più contemporaneo se con pantalone, da indossare con una camicia a righe verticali bianche e nere per un tocco estroso e scarpe pump nere sensuali. Per iniziare a prendere confidenza con questo colore, infine, niente di meglio che un maglioncino (in cotone per la mezza stagione e in lana per l’inverno) da portare con jeans skinny e scarpe con laccio dal taglio maschile.