Nell’era dei mercatini a oltranza, della crisi incombente, degli acquisti online a risparmio e del fai-da-te selvaggio, a volte una si dimentica certe questioni importanti. Oppure fa finta di dimenticarsele, ma questa è decisamente un’altra storia.

Da diversi recenti studi sul tema, pare che la maggior parte delle donne indossi la taglia di reggiseno sbagliata. Non lo sapevi? Non sapevi che probabilmente ti vanti di portare una terza e invece probabilmente la tua è solo una seconda coppa B-Co2-H2o???

Ok, a parte la potenziale spaventosa scoperta, sappiate che questo significa che è cominciata un’era nuova, una di quelle in grado di cambiare la nostra vita di shopper convinte nonostante tutto, e quest’era nuova la dobbiamo solo alla tecnologia. Un negozio online americano infatti ha ideato un’app grazie alla quale è possibile stabilire una volta per tutte l’esatta taglia di reggiseno per ognuna, al millimetro. E tutto questo rimanendo comodamente sedute in poltrona. Basta una foto con top attillato, e il gioco è fatto.

E’ facile immaginare come da questa semplice app, si potrà passare rapidamente a qualcosa di più composito, che oltre a misurare le poppe con precisione chirurgica, sia anche in grado di tradurre le taglie nei vari sistemi di misura internazionali, nonché di suggerire i possibili ritocchi a colpi di bisturi, appunto.

Attenzione, forse non è abbastanza chiaro che tutto questo sottende il potenziale inizio di una fantascientifica epoca in cui il reggiseno uscirà direttamente dallo smartphone, per andarsi ad allacciare autonomamente dietro le nostre schiene, rigorosamente perfetto (lui) per qualunque genere di forma, dimensione e….difetto.

Un’epoca in cui i complessi da imperfezioni fisiche verseranno in condizioni psicologiche inenarrabili e l’autostima sarà soltanto un caro ricordo, peraltro di una sempre pallida realtà.

Insomma, la catastrofe è dietro l’angolo. E se poi ci mettiamo che il reggiseno incriminato ci costerà quanto lo smartphone stesso, bè non potete non concordare con me la tragedia annunciata. E pensare che io mi ero ormai abituata all’acquisto di quantità industriali di reggiseno al banco del mercato, perchè secondo le statistiche di casa mia, in mezzo al mucchio qualcosa di buono si trova sempre. Fosse anche un terrificante push-up spara poppe nello spazio.

photo credit: Mangiu via photopin cc