Organizzare e creare una dieta dimagrante non è poi così difficile se non si hanno particolari esigenze. In questa guida si scoprirà come capire quali sono le necessità di cui tenere conto e come regolarsi di conseguenza, ossia come costruire un piano che aiuti a raggiungere il proprio obbiettivo e quindi a dimagrire in modo sano.

Prima di cominciare, come di consueto, si ricorda che le diete fai da te e le diete lampo sono altamente sconsigliate e che, soprattutto nel caso in cui si soffra di eventuali patologie o chili da perdere siano molti, affidarsi ad uno specialista è senz’altro la cosa migliore da fare. Se invece c’è il bisogno di perdere pochi chili in eccesso e si è sane, è possibile provare anche a organizzare e creare una dieta dimagrante per conto proprio.

Organizzare e creare una dieta dimagrante: da dove iniziare

Quando si inizia a organizzare e creare una dieta dimagrante, ci si deve prima di tutto porre delle domande. E darsi le relative risposte in maniera obiettiva, ovviamente. Se c’è bisogno di perdere soltanto qualche chilo in eccesso, infatti, è importante interrogarsi su quali sono le eventuali cattive abitudini su cui bisogna andare a lavorare per ottenere dei miglioramenti. Le domande da cui partire potrebbero essere:

  • Si pratica sport?
  • Si pratica abbastanza sport?
  • Si pratica sport con regolarità?
  • Si svolgono esercizi mirati sulla zona in cui si vuole dimagrire?
  • Si segue un’alimentazione bilanciata e sana?
  • Si assumono calorie in eccesso rispetto allo stile di vita?
  • Quali sono gli alimenti poco sani da eliminare o limitare?
  • Come si distribuiscono le calorie nel corso della giornata?
  • Si beve abbastanza acqua ogni giorno?

Ecco, con le risposte a tutte queste domande, si è già a buon punto e si possono iniziare a delineare gli aspetti fondamentali su cui dovrebbe basarsi la dieta dimagrante.

Dieta dimagrante: cosa mangiare

Il numero delle calorie degli alimenti che si ingerisce deve essere proporzionato allo stile di vita che si ha. Chi pratica tanto sport e ha una vita improntata alla dinamicità, dovrà senz’altro assumere un numero maggiore di calorie. Il contrario deve fare chi ha una vita maggiormente improntata alla sedentarietà (da combattere comunque in tutti i modi).

Per il resto, quando non vi sono particolari esigenze, perdere peso e mantenersi in forma è piuttosto facile se si abbinano alimentazione equilibrata e attività fisica. Il segreto sta nel consumare cinque pasti al giorno (colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena), nel mangiare poco e spesso (per non arrivare affamati da un pasto fondamentale all’altro) e nel cercare di raggruppare il maggior numero di calorie tra la colazione e il pranzo, ossia nel momento in cui, generalmente, si è più attive. A tutto questo va poi abbinata una costante idratazione dell’organismo: bere molta acqua favorisce la diuresi e questa aiuta a combattere la ritenzione idrica, i liquidi in eccesso, e aiuta il corpo ad eliminare le tossine.

Detto questo, ecco uno schema di cosa mangiare in un giorno quando si segue una dieta dimagrante:

  • Colazione: tè, quattro biscottate integrali, marmellata dolcificata naturalmente, spremuta
  • Spuntino: uno yogurt magro
  • Pranzo: riso con verdure, bresaola, una fetta di pane integrale, frutta fresca
  • Merenda: frutta secca
  • Cena: merluzzo in bianco, insalata condita con olio extravergine d’oliva, frutta fresca.

Se è vostra abitudine consumare regolarmente o spesso alimenti quali junk food (cibo spazzatura come quello in genere venduto nei fast food), alimenti molto grassi (anche condire la pasta col burro anziché con l’olio d’oliva è una pessima abitudine), fritture (soprattutto se non fatte in casa con olio di qualità e utilizzato una volta sola), alimenti molto salati oppure dolci particolarmente ricchi, sappiate che eliminando o limitando tali cibi si otterranno senz’altro ottimi risultati in breve tempo.

Costruite una tabella settimanale di cibi da mangiare quotidianamente e cercate di rispettarla. Scrivere la dieta dimagrante all’interno di un programma può essere utile per rispettarla con maggiore impegno.

Attività fisica da affiancare alla dieta dimagrante

Nessuna dieta dimagrante sarebbe davvero efficace senza regolare e costante attività fisica. Tra l’altro, se avete la necessità di dimagrire in un punto particolare del corpo (pensate alla pancia, alle cosce oppure sui fianchi o sui glutei), non c’è niente di meglio dell’attività sportiva mirata per poterlo fare. Il consiglio migliore che si può dare a tal proposito è quello di affidarsi alla corsa, perché correre è un’attività sportiva che possono svolgere tutte (anche a ritmi blandi), perché permette di allenare qualsiasi parte del corpo, perché si può praticare come e quando si vuole e perché – oltre a far dimagrire – scolpisce e modella il corpo.

In alternativa alla corsa, si può praticare nuoto, bici (anche cyclette), fare lunghe passeggiate a passo veloce oppure iscriversi in palestra e farsi seguire da un personal trainer se c’è la necessità di allenare zone specifiche del corpo.