Sapere come organizzare gli armadietti della cucina è fondamentale quando si progetta una cucina nuova, quando si entra in un nuovo appartamento che già la possiede o se si desidera riordinare la propria attuale cucina.

Infatti, non solo l’occorrente per cucinare da stipare negli armadietti è potenzialmente infinito, ma si tende anche a un accumulo continuo e costante nel tempo. Più gli anni passano più bicchieri, piatti, padelle, pentole, piccoli elettrodomestici si sommano, senza un ordine preciso. In questa maniera non solo lo spazio scarseggia (specialmente in una cucina piccola), ma è anche difficile trovare quello che serve, e specialmente trovarlo rapidamente.

Vediamo, allora, come organizzare gli armadietti della cucina grazie a qualche consiglio e alcuni trucchi facili da mettere in pratica.

  • Regalate o buttate via il superfluo. In cucina, come in altre stanze, c’è sempre qualcosa di troppo, che non utilizziamo mai, tra stoviglie e attrezzature. Prima di cercare di capire quanto spazio vi occorre, fate una pulizia del superfluo, regalando o buttando ciò che non vi serve. Ci sono poi cose che si usano molto raramente, come i piatti del “servizio buono” o le grandi pentole per i sempre più rari pranzi di famiglia: potete anche sistemare queste cose al di fuori della cucina, come in credenze o mobili buffet.
  • Misurate bene gli spazi. Quando si acquista la cucina o qualche mobiletto aggiuntivo, misurare lo spazio è fondamentale per trovare ciò che fa per noi. Le credenze, infatti, esistono di tutte le forme e gli orientamenti, quindi è meglio comprare qualcosa in grado di sfruttare lo spazio al meglio.
  • Tenete a portata di mano quello che utilizzate di più. Quando si organizzano gli armadietti della cucina bisogna procedere per priorità: ciò che si utilizza di più, che si deve raggiungere più volte al giorno, deve essere a portata di mano, da prendere senza chinarsi o senza dover utilizzare una scaletta.
  • Tenete sempre in ordine il materiale negli armadietti. Ci sono diversi metodi per tenere bene in ordine cibo, materiale e occorrente nei pensili. Se si tratta di scatolame, sarà facile impilare tutto; il materiale più piccolo come bustine e vasetti può essere inserito in scatole trasparenti per trovarlo e prenderlo più facilmente; esistono inoltre dei piccoli ripiani da inserire negli armadietti per duplicare gli spazi.
  • Fate una revisione periodica del materiale della cucina. Proprio per la naturale tendenza ad accumulare – ma anche per controllare scadenze e pulizia – è bene fare una revisione periodica del materiale della cucina, pulire gli armadietti e buttare ciò che è rovinato e non si utilizza più. Una o due volte l’anno è la frequenza ideale.