Con lo sguardo rivolto al cielo, nel tentativo di capire le condizioni atmosferiche dei prossimi giorni, è ora di pensare a organizzare il pic-nic di Pasquetta. Già perché l’Italia intera, in occasione del Lunedì dell’Angelo, si trova accumunata da gite fuori porta e pranzi da consumare con gli amici in parchi, boschi o in aperta campagna.

In questo giorno si ricorda l’angelo che apparve alle donne arrivate al sepolcro, ormai vuoto, di Cristo. È questo angelo che annuncia la risurrezione e dice alle donne di avvertire gli Apostoli. Luca nel Vangelo (24, 30-31) racconta una delle prime apparizioni di Gesù risorto: si mostrò ai discepoli in viaggio a Emmaus, poco fuori Gerusalemme. Da qui deriverebbe l’usanza del pic-nic di Pasquetta lontano dalla città.

Vediamo, allora, come organizzare il pic-nic di Pasquetta in 10 semplici passaggi.

  1. Scegliere la location dove trascorrere il pic nic di Pasquetta è fondamentale. Per evitare traffico e ingorghi, la cosa migliore è optare per una località non troppo lontana e raggiungibile facilmente. La meta, che sia al mare, in montagna o al lago dovrebbe essere abbastanza attrezzata specialmente se si viaggia con bambini piccoli.
  2. L’equipaggiamento per un perfetto pic nic di Pasquetta prevede il minimo indispensabile, ma che sia funzionale per ciò che avete in mente di fare. Se si ha in programma una camminata tra i boschi o un trekking, è bene indossare scarpe comode e indumenti sportivi possibilmente a strati.
  3. Chi organizza le gite e i pranzi deve saper dividere i vari compiti tra amici, in modo che ognuno cucini qualcosa e lo porti già pronto.
  4. Per il pranzo è meglio optare per piatti semplici, freschi, che piacciano a tutti e che non siano troppo pesanti, specialmente se si prevedono ulteriori escursioni dopo pranzo. Via libera alle insalate di pasta e di riso, con tante verdure di stagione, alle classiche torte salate, come la torta Pasqualina, assolutamente perfetta per l’occasione, qualche frittata con le erbette.
  5. Se il pranzo è previsto in strutture in cui si può cucinare, si può metter su un ottimo barbecue. Anche in questo caso, però, si deve portare carne o pesce facile e veloce da preparare, oltre a tutto l’occorrente per il fuoco.
  6. La frutta di stagione, come le fragole (già lavate e sistemate nei contenitori di plastica), così come della verdura cruda (pomodori, cetrioli, finocchi, eccetera), lavati e porzionati, sarà assolutamente gradita.
  7. Le bevande saranno soprattutto acqua e succhi di frutta per i bimbi, mentre gli adulti potranno godersi una birra o una bottiglia di vino.
  8. Borse frigo e ghiaccio secco manterranno le pietanze in perfette condizioni fino al momento di essere gustate.
  9. Per organizzare un picnic divertente è bene attrezzarsi con qualche gioco: si può portare un pallone, delle carte oppure un gioco da tavola. Da non dimenticare l’intrattenimento dei più piccoli.
  10. Non bisogna dimenticare di portare anche qualche coperta e qualche cuscino, nel caso qualcuno voglia rilassarsi e concedersi un riposino all’aria aperta, ed eventualmente anche un buon libro. Da mettere in borsa anche qualche sacchetto per raccogliere tutta la roba da buttare.