Se avete finalmente deciso di convolare a nozze, per celebrare questa tappa importante, allora, l’idea giusta può essere quella di pensare a una festa di fidanzamento, come tradizione vorrebbe.

Un tempo infatti la festa di fidanzamento era un rituale assolutamente irrinunciabile: veniva  organizzata dai genitori della sposa perché, in tale occasione, il futuro sposo donava l’anello alla prescelta, mentre il padre della sposa ufficializzava con un discorso le imminenti nozze.

Oggi l’usanza è decisamente meno sentita, tuttavia, può essere ancora molto romantico festeggiare la decisione di sposarsi  con una serata speciale, in mezzo ai parenti e agli amici più stretti.

Da dove iniziare? Ecco qualche suggerimento per organizzare una perfetta festa di fidanzamento.

  1. Stabilire un budget. La prima cosa da fare, anche se può sembrare poco romantico, è decidere quanto si può o si vuole spendere per i festeggiamenti. Qualcuno certamente preferirà risparmiare per tenere da parte più denaro in vista del matrimonio, ma poco importa: anche puntando sull’hand made sarà possibile organizzare una romantica festa di fidanzamento.
  2. Pochi invitati. A differenza del matrimonio, la festa di fidanzamento impone pochissimi invitati e dunque i parenti più stretti e gli amici più intimi, quelli che magari hanno vissuto fin dall’inizio i primi passi della vostra storia d’amore. Quindi niente liste chilometriche e niente paura che possano crearsi incidenti diplomatici. I festeggiamenti in vista del matrimonio devono essere quanto più intimi possibile.
  3. La location.  La tradizione vorrebbe che la festa di fidanzamento venisse organizzata a casa della futura sposa ma oggi si può puntare anche su possibilità diverse. Un ristorante per una cena, una sala da ballo per una serata particolare o, perché no, in mezzo al verde per un pic-nic informale. Ogni coppia di sposi deve trovare infatti la propria dimensione, scegliendo l’ambiente che più sente congeniale.
  4. Il tema. Una volta stabilita la location, un’idea carina può essere quella di seguire un tema particolare per i festeggiamenti, ancora meglio se legato alla storia d’amore dei futuri sposi: una canzone, un viaggio che hanno condiviso, una passione in comune e così via.
  5. Menù e allestimento. Scegliere un tema permetterà anche di declinare più facilmente gli allestimenti e naturalmente il menù da proporre agli ospiti. Se i futuri sposi hanno un animo green e il tema scelto è la campagna, per esempio, si potrà puntare su addobbi con fiori di campo e su un menù rustico. Ma le possibilità sono infinite.
  6. La data. Per quanto riguarda la data, è bene tenere presente che la festa di fidanzamento va organizzata non troppo in anticipo rispetto al matrimonio. Come regolarsi? Tendenzialmente si può dire che è meglio evitare di festeggiare un anno prima delle nozze ed è meglio puntare sul mese che precede il gran giorno.
  7. Ringraziamenti per gli ospiti. Infine, un’idea simpatica può essere quella di pensare a un piccolo ringraziamento da lasciare agli ospiti al termine della festa. Nulla di troppo costoso o elaborato, non deve essere infatti una bomboniera ma solo un piccolo ricordo della bella festa trascorsa insieme.