Per i piccoli è tra i più bei ricordi di infanzia: ecco perché è importante sapere come organizzare una festa per bambini. Certo, non è proprio facile, ma se fate tutto con calma, vedrete che la festa sarà anche per loro un giorno da ricordare. Ecco qualche consiglio su come organizzare una festa per bambini con semplicità e gran successo finale.

Il programma

Preparate un programmino e seguitene le sequenze stabilite per essere sicuri alla fine di aver pensato proprio a tutto, cancellando via via quello che avete già fatto. Dagli inviti ai giochi e ai momenti di intrattenimento (così importanti!), dalle decorazioni dello spazio agli snack dolci e salati adatti ai bimbi, fino alla torta finale se si tratta di un compleanno e ai souvenir da regalare ai piccoli ospiti alla fine della festa.

Ci sono poi le foto da conservare nell’album dei ricordi: quelle non possono mancare. Priorità assolute: lo spazio in cui accogliere i piccoli ospiti e conoscere l’età dei bambini, anche per i giochi. Il programma non sarà mai esattamente rispettato, ma sapere quello che c’è da fare vi evita delle sorprese e vi consente una maggiore serenità.

Lo spazio

Importante è regolarsi in base allo spazio di cui si dispone in metri quadri e in arredamento, affinché i piccoli ospiti possano muoversi a loro agio senza il rischio di essere troppo stretti e soprattutto di farsi male. Se in quello spazio ci sono angoli spigolosi o apparecchi elettrici ed elettronici o finestre e balconi pericolosi cercate di porre rimedio.

Gli inviti

Pensate da subito agli inviti: potrete preparare voi stessi dei simpatici bigliettini fai da te, se avete tempo e fantasia. Magari con dei disegnini a tema, secondo il tipo di festa. Sarebbe opportuno inviarli subito ai piccoli destinatari e chiedere una risposta, per conoscere in anticipo il numero dei partecipanti e preparare tutto il resto in proporzione.

Chiedete aiuto

Attenzione ad adeguare il numero degli ospiti allo spazio di cui disponete, per evitare una gran confusione ed eventuali danni  materiali con troppi bambini in un piccolo spazio. A meno che non vi facciate aiutare dagli altri genitori. Invitate, quindi, anche loro per farvi dare una mano: ogni genitore conosce il suo bambino e sa come intervenire in caso di piccole crisi di pianto e di dispetti.

I giochi

Prima di tutto è importante conoscere gli interessi del festeggiato e quelli dei compagni di scuola e amici e adeguarvi giochi e passatempi per la buona riuscita della festa. Potete organizzare giochi di gruppo molto semplici come, ad esempio, il gioco dei birilli o un gioco con le carte per bambini oppure attività creative e divertenti se gli ospiti sono più grandi, esortandoli ad una gara: il più bravo vincerà un premio. In questo caso, dovrete preparare il materiale occorrente e il premio per il vincitore.

Le decorazioni

Sono importanti per creare un  ambiente festaiolo su misura anche per un incontro informale tra bambini della stessa età alla fine dell’anno scolastico, ad esempio, non solo per il compleanno. Potrete preparare voi stessi dei festoni da disporre lungo il soffitto o acquistare dei palloncini da appendere dove più comodo o dove vi sembrerà opportuno.

Cosa offrire agli ospiti piccoli e grandi?

Il primo consiglio è  quello di non esagerare. Focacce, pizzette e patatine sì, ma con moderazione e disposte su un tavolo, da mangiare a merenda, in piedi; anche piccoli panini al prosciutto, frutta fresca, acqua e succhi di frutta.

Naturalmente, la torta non può mancare se è una festa di compleanno. Si può proporre una torta di crema, ma anche una semplice torta di frutta fatta da voi o un tiramisù con savoiardi e nutella, ad esempio. In alternativa, panini al latte farciti con marmellata di frutta o con la nutella,  dei muffin o altri dolcetti simili che non comportino l’uso di forchette.

E a fine festa, regalate ad ogni piccolo invitato un souvenir per ringraziarlo di aver partecipato: basta una matitina colorata, un curioso animaletto di gomma o uno di quei lavoretti fai da te realizzati nel tempo libero.

Il consiglio

Da escludere la visione di film alla tv: i bambini di oggi sono già teledipendenti, meglio regalare loro momenti di socialità e aggregazione, con giochi di gruppo, che li distolga dall’individualismo.