Il test di gravidanza è positivo. Che sia una notizia inattesa o decisamente sperata, ogni donna si trova spaesata in questo momento della sua vita, soprattutto se si tratta del primo figlio. I pensieri che riempiono la testa sono molti, così come gli interrogativi: cosa mangiare, come muoversi, cosa evitare per non danneggiare il piccolo in questa prima fase sempre delicata.

C’è un modo per restare tranquille e godersi a pieno la bellissima sensazione di avere una vita dentro di se? Dubbi e incertezze a parte, infatti, lo stress non fa bene né alla mamma né al bimbo, meglio quindi un atteggiamento positivo, ma anche responsabile, per escludere complicazioni e vivere serenamente fino all’arrivo del nascituro.

Galleria di immagini: Serenità in gravidanza

Ecco una lista di cosa da fare, e da evitare, per prepararsi al meglio ad affrontare questi nove mesi di cambiamenti. La salute è certamente al primo posto, e per non creare danni al feto è necessario sospendere tutti i comportamenti nocivi, come il fumare, il bere alcolici e la sedentarietà.

Evitare, o comunque limitare, la frenetica ricerca di informazioni su Internet, ormai diventato una risorsa fondamentale per gli aspiranti genitori. Scandagliare il Web per trovare tutte le possibili malattie fetali, o la casistica dei parti prematuri, è senza dubbio controproducente e alimenta ansie inutili.

Il bambino assorbe tutti i pensieri della mamma, quindi inevitabilmente anche quelli negativi. Uno stato di ansia continuo, ad esempio, influenzerà il temperamento del piccolo, che dovrebbe invece sentire la serenità della madre fino alla nascita. Meglio quindi coccolarsi e dedicarsi alle attività preferite.

Lo stato mentale di una donna incinta dovrebbe essere sempre positivo, anche perché è proprio questa predisposizione a vedere il bicchiere mezzo pieno a facilitare tutto il percorso della gravidanza, compreso il momento del parto. A tal proposito è certamente preferibile accettare i cambiamenti del corpo senza troppe resistenze, ma con la consapevolezza che si tratta di un evento naturale che crea importanti cambiamenti nella donna preparandola a diventare mamma.

La continua ricerca della perfezione può essere controproducente anche in quest’ambito, tanto che molte donne raggiungono livelli di stress pericolosi perché troppo preoccupate a tenere sotto controllo tutti gli aspetti della loro vita, dal peso fino e dalle ore di sonno notturne, pianificando tutto fino all’ingresso in ospedale, che rappresenta forse il momento più imprevedibile di tutta la gestazione…