Dopo aver preso la decisione di avere un figlio comincia il divertimento. Alcune statistiche dicono che sono necessari circa 104 rapporti prima di concepire, ma quando il più è fatto inizia la lunga e dolce attesa e quei nove mesi sembrano non passare più.

Anche se durante queste interminabili settimane fra libri, incontri e preparazione di ogni tipo ogni futura mamma crede di aver imparato quasi tutto, nel momento esatto in cui stringerete il piccolino fra le braccia per la prima volta vi renderete conto di quanto ancora avete da imparare. Ecco qualche semplice consiglio per provare ad avvicinarsi all’arrivo di un figlio nel modo migliore.

Preparare la valigia per l’ospedale: spesso si crede che la valigia per l’ospedale sia da preprarare quando la data del parto si avvicina, ma è senza dubbio meglio organizzarla con largo anticipo, magari fin dal sesto mese e controllando il contenuto di tanto in tanto, per aggiungere qualcosa ogni volta.

Cantare e parlare spesso con il bambino: in questo modo il legame mamma-bambino si salderà fortemente fin dalla gravidanza. Chiedete anche al vostro compagno di parlare al pancione per farlo sentire partecipe della vostra attesa, e perché anche lui cominci a sentire il legame con suo figlio.

Informarsi sui detergenti per bambini: mentre preparate la cameretta e mettete nei cassetti tutti i vestiti che avete comprato (oltre a quelli già in valigia), accertatevi di lavarli con un detersivo delicato così non ci saranno problemi di irritazioni quando il piccolo comincerà a indossarli. Iniziate pertanto a documentarvi su quali prodotti per l’igiene della biancheria e del piccolo siano più adatti.

Comprare il seggiolino auto: uno di quelli perfetti per i neonati, perché il piccolino quando tornerà dall’ospedale dovrà avere il giusto posto per viaggiare. Se avete bisogno di consigli chiedete aiuto all’ostetrica, alle mamme conosciute al corso preparto, a qualche amico e parente che ha già figli oppure alle commesse del negozio. Spiegate le vostre esigenze e soprattutto fate tante prove per imparare a utilizzarlo al meglio ed essere pronte a usarlo quando dovrete portare il piccolo a casa.

Informarsi sui pediatri della zona: la scelta del pediatra potrebbe essere uno dei momenti fondamentali per la crescita del piccolo, e dovrete essere certe di aver preso la decisione scelta giusta.

Una visita al consultorio della città o in comune:  un passo necessario per chiedere informazioni sull’eventuale assistenza concessa alle neomamme, perché se poco dopo il parto pensate di tornare al lavoro dovete poter contare sull’aiuto di qualcuno.

Iscriversi al corso preparto: l’ideale sarebbe frequentarlo presso l’ospedale dove pensate di far nascere il bimbo, ma se scelgete di partorire in casa o in una casa di maternità mettetevi subito in contatto con la struttura. Conoscere tutto quello che capiterà può essere utile per arrivare al travaglio preparate e serene.

Scrivere una breve lista di numeri di emergenza: se il piccolo dovesse decidere di arrivare in anticipo, i medici e chi vi accoglierà in ospedale contatterà con facilità le persone care. Inoltre salvate sul cellulare i numeri di ostetrica, ginecologo e quelli di emergenza: se dovessero servire basterà un tasto e riceverete l’aiuto necessario.

Fonte: Sheknows