Nelle giornate passate sotto il sole, al mare o in piscina, diventa particolarmente importante proteggere i capelli in estate, perché si indeboliscono, diventano sfibrati e spesso difficili da pettinare. Il calore, ma anche l’aria condizionata, la sabbia, l’acqua salata e il cloro delle piscine sono infatti in grado di disidratare anche i capelli più curati che così si spezzano facilmente.

Per sfoggiare una capigliatura sana e luminosa è bene proteggerla accuratamente, dalle radici alle punte. Se, del resto, esistono dei trattamenti che è meglio evitare in estate, ne esistono altri che invece sono importanti.

I raggi solari, infatti, non solo abbronzano e in alcuni casi, se non si utilizza la giusta protezione solare, bruciano la nostra pelle, ma raggiungono anche la fibra dei nostri capelli distruggendone le componenti e scolorendo la tinta.

Ecco allora alcuni consigli pratici per curare e proteggere i capelli in estate.

  • Quando ci si espone al sole è bene coprire i capelli con un cappello o con un foulard.
  • Esistono molti spray protettivi specifici per capelli; è importante sceglierne uno realizzato con ingredienti naturali, che contenga i semi di lino, perfetti per donare lucentezza ai capelli.
  • Il miglior filtro protettivo da portare in spiaggia e stendere sui capelli prima dell’esposizione al sole è il burro di karité, ottenuto dal seme della bacca dell’albero della salute, che si presenta sotto forma di pasta bianco-avorio dalle spiccate proprietà emollienti, antiossidanti, idratanti. È sufficiente scaldarne tra le mani una noce e stenderla su tutta la capigliatura, dalle radici alle punte.
  • Dopo il bagno in mare o in piscina, bisogna sciacquare sempre i capelli con acqua dolce. Per evitare eccessivi lavaggi, basta sciacquare i capelli solo con acqua e poi passare il balsamo.
  • È bene lavare i capelli con acqua tiepida e fate un ultimo risciacquo con acqua fredda, in modo da renderli più lisci e lucenti.
  • Nell’ultimo risciacquo con acqua fredda si possono sciogliere due cucchiaini di aceto di mele, un ottimo alleato poiché ristabilisce la naturale acidità del cuoio capelluto.
  • Meglio utilizzare il phon il meno possibile e sempre a basse temperature. Sarebbe ottimale ricorrere all’asciugatura naturale.
  • Se si hanno i capelli secchi basta un impacco a base di olio d’oliva tiepido. Dopo averlo distribuito per i capelli, va fatto agire per circa mezz’ora, quindi si procede con un normale lavaggio.
  • Durante l’estate i capelli dovrebbero essere nutriti con un impacco di olio da applicare su tutto il cuoio capelluto almeno 2 volte a settimana. Gli oli più consigliati sono l’olio di jojoba, quello di cocco, di mandorle o di germe di grano.
  • Per preparare capelli grassi, invece, si sciolgono due cucchiaini di sale in un litro d’acqua bollente. Una volta raffreddata, si passa sui capelli appena lavati prima dell’ultimo risciacquo.
  • Per i capelli sfibrati e con doppie punte, l’impacco di olio di cumino nero è l’ideale. L’olio viene estratto dalla nigella sativa, una pianta ricchissima di acidi grassi, aminoacidi, sali minerali e vitamine che prevengono l’invecchiamento cutaneo e stimolano la micro circolazione del cuoio capelluto. Va massaggiato in piccola quantità su tutto il capo e lasciato in posa per 15 minuti.
  • La salute e la bellezza dei capelli si ottiene anche attraverso l’idratazione e il benessere del corpo. La vitamina E è quella più indicata perché rallenta la caduta dei capelli ed particolarmente presente in prezzemolo e spinaci.
  • Almeno una settimana prima della partenza al mare si può assumere un integratore a base di miglio o una perla di olio di germe di grano ogni mattina, un rinforzo naturale che consente di proteggere più efficacemente la bellezza dei capelli.