Donne dai 30 anni in su, prestate maggiore attenzione e cura ai vostri polmoni. Fisiologicamente l’attività polmonare diminuisce da quell’età e la situazione si aggrava maggiormente per chi fuma e chi è a contatto con lo smog. Se poi a questo si aggiunge lo stile di vita sedentario, il quadro è completo. Come proteggersi dunque?

Il fumo è per antonomasia il nemico dei polmoni; lo smog, invece, è il nemico dal quale guardarsi sin da quando è nata l’industrializzazione. Man mano che le città si sono allargate a causa delle industrie, è iniziato l’incubo per la nostra {#salute} con la differenza che, se prima ci si ammalava e non si sapeva di quale malattia e quali fossero le possibili cause, oggi si conoscono e si possono prevenire. La difesa dei nostri polmoni passa inevitabilmente attraverso alcune semplici indicazioni da seguire.

Innanzitutto, come descritto prima, bisogna limitare al minimo l’esposizione al fumo e allo smog, e se si percorrono tragitti in bicicletta o in moto è molto importante l’uso della mascherina specifica antismog che riesce a trattenere le polveri sottili tramite una valvola. Altro accorgimento risiede nei lavaggi nasali con acqua fisiologica da effettuare con una frequenza di due volte al giorno. Ciò che poi non deve mancare e che si consiglia indipendentemente dal problema specifico è l’attività fisica, in particolare l’aerobica.

Si parla dunque di corsa, camminata, cyclette e bastano trenta minuti al giorno per tenere in {#allenamento} sia i polmoni che il cuore. Non è da sottovalutare anche la respirazione nasale; infatti il naso nell’inspirazione non fa altro che trattenere tutto ciò che è pericoloso per i nostri polmoni.

Le {#donne} devono destreggiarsi tra famiglia e lavoro e non è di certo facile, ma quando si tratta di salvaguardare la propria {#salute}, si deve trovare il tempo. Magari la camminata o la corsa sono più impegnative – anche se sono le più adatte, se vengono praticate all’aria aperta nelle aree verdi – perciò si può scegliere di praticare lo sport comodamente a casa tramite l’uso della cyclette.

La propria casa, ambiente nel quale usualmente si trascorre la maggior parte della giornata, deve essere ben purificata permettendo periodicamente il ricambio dell’aria ed espandendo aromi naturali. Un ulteriore aiuto arriva da altri rimedi, cosiddetti “naturali”, che hanno il compito di ridare vigore all’apparato respiratorio.

Tra le erbe che aiutano la purificazione delle vie respiratorie liberandole da catarro, muco e altri ostacoli, possiamo citare l’Uncaria tomentosa (antiossidante e antinfiammatoria), l’Altea (utile per il catarro delle vie respiratorie), la Malva (utile per la tosse, bronchite e affezioni alle mucose) e la Grindelia (contro le malattie da raffreddamento).

Fonte: TGCom.