Bello e raffinato nelle sue varie venature e sfumature, il marmo è un materiale naturale utilizzato fin da tempi remoti per pavimentazioni o superfici di grande pregio estetico ma come pulire il marmo macchiato? I colori vari del marmo, oltre che la sua maggiore o minore resistenza, dipendono essenzialmente dai minerali che lo compongono. Pur essendo un materiale molto resistente, il marmo è particolarmente sensibile a eventuali macchie che possono comprometterne la lucentezza e la bellezza naturale.

Particolare attenzione si pone ai metodi di pulizia da quella ordinaria agli interventi per la rimozione delle macchie di varia natura. Ecco alcuni trucchi per pulire il marmo macchiato e i suggerimenti per trattarlo correttamente.

Come pulire il marmo con macchie di olio

Assorbite al meglio tutta la macchia di olio, bagnate moderatamente la superficie con acqua, versate il detersivo ecologico in polvere. Coprite con un foglio di alluminio per non far asciugare il detersivo troppo velocemente e lasciate agire fino a quando la macchia scompare. Servono diverse ore, ma il trucco funziona.

Come pulire il marmo con macchie di sostanze acide

Aceto, succo di limone, pomodoro, succhi di frutta, altre sostanze acide o detersivi acidi corrodono il marmo. Queste macchie vanno asciugate immediatamente e la zona macchiata va lavata con sapone di Marsiglia e bicarbonato o sapone e soda da bucato, non soda caustica. Potete ricorrere a un metodo casalingo: una pasta con tre parti di bicarbonato e una di acqua e con questa coprire la macchia. Risciacquate bene.

Come pulire il marmo con macchie di caffè

Le macchie di caffè si rimuovono facilmente con succo di limone e sale da cucina fino mescolati insieme.

Come pulire il marmo con macchie di bruciatura

Difficili sono le macchie da bruciatura, quelle che si formano, ad esempio, per una sigaretta caduta accidentalmente sul ripiano di marmo o sul pavimento o per altri incidenti simili. Lavate la zona macchiata con sapone di Marsiglia o con due cucchiai di candeggina diluita in un litro d’acqua oppure con qualche goccia di succo puro di limone spremuto direttamente sulla macchia: risciacquate bene con una spugnetta e acqua pulita. Difficili sono anche le macchie d’inchiostro: fate una pasta di acqua e bicarbonato, strofinate quanto basta, risciacquate e tamponate la superficie.

Suggerimenti per la pulizia del marmo

  • Importante è, comunque, la pulizia ordinaria del marmo che rimuove bene anche le macchie poco estese di sugo, frutta o grasso. Dopo la pulitura, lucidate il marmo con un morbido panno di lana. In caso di piccoli graffi da usura e incrostazioni potreste versare su un panno morbido cera vergine e acquaragia e passarlo sulla superficie di marmo.
  • Per mantenere sempre lucido e pulito il marmo, strofinate una spugna morbida inumidita sul sapone di Marsiglia o all’olio di oliva ecologico: con questa detergete il piano di marmo energicamente e infine risciacquate con un panno umido. Risultato impensabile: il bicarbonato igienizza e toglie il calcare; il sapone sgrassa, non intacca il marmo, anzi gli ridona la naturale lucentezza  ed è antibatterico.
  • Per ridare splendore a un marmo opacizzato dal calcare impiegate un metodo fai da te: imbevete  un panno con cera vergine e acquaragia e sfregate sulla superficie in marmo, poi asciugate con uno straccio pulito. Un metodo efficace soprattutto sull’alabastro. Per i marmi lisci, invece, è consigliabile l’olio d’oliva: bagnate con 2 cucchiai di olio uno straccio e passatelo sul marmo, poi asciugare con panno di lino.
  • Si possono impiegare anche i molti prodotti in commercio. Per ridare lucentezza a un pavimento o a una superficie rovinata da graffi di vario genere è in commercio, nei negozi specializzati, un prodotto speciale per la levigazione del marmo. Strofinate questo liquido con un panno morbido fino a quando si sarà asciugato del tutto. Questo prodotto proteggerà la zona anche dalle macchie.