Il lavoro in ufficio può rivelarsi sedentario e sfiancante: nulla di peggio per la propria salute. Stare seduti per molte ore di seguito ha effetti immediati e negativi sul lavoro che si sta svolgendo, scarsa concentrazione e poco rendimento.

Tuttavia, rimanere seduti molto tempo in ufficio può avere anche ripercussioni sul lungo periodo. In questo caso, il lavoro può rivelarsi il preludio per malattie e indebolimento fisico. Sono stati numerosi gli studi che, negli ultimi anni, hanno sottolineato la correlazione tra vita sedentaria in ufficio, un lavoro poco movimentato e un più alto tasso di mortalità: le pubblicazioni dell’American Society for Nutrition e American Journal of Epidemiology sono state piuttosto eloquenti in questo senso.

Stare seduti può rivelarsi un’attività al limite del letale: il lavoro sedentario accorcia la vita. A questo si aggiungano altri elementi legati a uno stile di vita poco salutare: bere molto poco, fumare, mangiare in maniera sregolata, non fare attività fisica al di fuori del lavoro. Oltre ad accorciare la vita, stare sempre seduti alla scrivania può condurre a disturbi cronici alla schiena, sia alla cervicale, che alla parte lombare che al coccige. Tuttavia, ciò che hanno evidenziato studi e ricerche è che non basta fare attività fisica a fine giornata dopo essere usciti dal lavoro: anzi, può rivelarsi del tutto inutile se, nel resto della giornata, si sono passate sei o otto ore al tavolino senza alzarsi mai.

Per cercare di proteggere la salute, invece, oltre a fare attività fisica, andare in palestra, in piscina o a camminare dopo aver finito di lavorare, bisogna cercare di muoversi il più possibile durante le ore di lavoro e in ufficio.

Come fare? Basta non fossilizzarsi sulla propria sedia e davanti alla propria scrivania e cercare di svolgere la propria attività anche stando in piedi e alzandosi più che si può.

Se, al lavoro, ci sono sia le scale che l’ascensore, meglio fare le scale: muoversi già nelle prime ore del mattino per raggiungere la propria stanza è un’attività salutare. Inoltre, per comunicare qualcosa a un collega, sempre meglio alzarsi e raggiungerlo a piedi, anziché utilizzare il telefono interno.

Per telefonare o mandare un’email non c’è necessariamente bisogno di stare seduti: lo si può fare anche stando in piedi e muovendosi sulle gambe.

In pausa pranzo è meglio alzarsi, uscire dall’ufficio, fare una passeggiata nell’isolato, mangiare al sole e all’aria aperta. Quando ci si prende una pausa tè o caffè con i colleghi, non bisogna farsi portare la bevanda alla propria scrivania: ci si deve alzare e recare direttamente al bar.

Quando la giornata è finita ed è tempo di tornare a casa, si vanificherebbe ogni tentativo di movimento se si passasse il tempo libero di fronte alla tv. Se è una bella giornata, allora sarà opportuno uscire di casa e fare una passeggiata di almeno un’ora: ovviamente, fare sport è un’opzione validissima. Se si è in famiglia, meglio ancora: uscire di casa, andare al parco o fare una piccola attività tutti insieme farà bene alla salute e al legame familiare.

Muoversi è fondamentale, specialmente sul posto di lavoro: sgranchirsi e camminare un po’ permetterà di mettere in circolo l’ossigeno, di tornare a lavoro più svegli e di recuperare la concentrazione.

Fonte: My Health News Daily