Organizzare un intenso allenamento fisico per migliorare la propria forma è un canto, renderlo effettivamente efficace non è esattamente altrettanto semplice.

Soprattutto se non ci si affida a un esperto, o comunque non si pianifica un programma di esercizi regolare ed equilibrato che possa al contrario creare disturbi e fastidi di qualunque genere a lungo andare, si rischia di fare del lavoro inutile, tutt’altro che in grado di migliorare il proprio aspetto fisico.

Questo articolo nasce dunque per fornire i consigli migliori su come preparare e affrontare un {#allenamento} fisico, onde evitare di incorrere negli errori più comuni di chi preferisce far da sé senza consultare gli avvertimenti degli esperti.

Prima di tutto è bene concentrarsi su forma e tecnica, dunque mantenere la giusta postura nel corso degli esercizi in modo da evitare il più classico dei traumi post-allenamento. Da non sottovalutare neanche la respirazione: la regola del buon allenamento prevede che l’espirazione debba avvenire durante la realizzazione dell’esercizio, ispirando mentre si rilascia la tensione muscolare.

Da non dimenticare naturalmente, prima, durante e dopo un esercizio di bere molta acqua. Inutile sottolineare come un allenamento fisico, specie se intenso, provoca molta sudorazione. Bere molta acqua aiuterà a prevenire la disidratazione.

Poi, non accavallare troppo allenamenti tra l’uno e l’altro. Dopo varie sessioni è bene far riposare il corpo per almeno 48 ore così da poter recuperare le energie necessarie per svolgere la prossima sessione.

Non bisogna mai esagerare, ma progredire gradualmente. La voglia matta del “tutto e subito” è tra le principali cause di infortunio. Per determinare la giusta quantità di pesi da utilizzare si consiglia di fare esercizi con dieci ripetizioni. Quando dodici diventeranno troppo semplici, allora sarà quello il giusto momento per aumentare il peso e affrontare quindi una nuova sfida.

Abbiamo inoltre qualche consiglio supplementare che vi permetterà di vivere al meglio le varie fasi di allenamento. Non sottovalutate il riscaldamento, anzi fate qualcosa per riscaldare i muscoli per circa cinque o dieci minuti. Una corsa, un po’ di cyclette o un saliscendi per le scale. Inoltre, non dimenticate di compiere qualche esercizio cardiovascolare per circa venti o quaranta minuti al giorno, dalle tre alle cinque volte a settimana. Il tempo di recupero tra le varie serie va solitamente dai 60 ai 90 secondi, non troppo prima né troppo tardi.

Per concludere, iniziate ogni allenamento almeno 90 minuti dopo l’ultimo pasto, bevete molta acqua e indossate abiti sportivi ma comodi. Al termine degli esercizi svolti, idratatevi con acqua o apposite bevande di recupero energetico, e bevete un frullato di frutta o consumate un mini-spuntino entro 45 minuti dall’ultimo esercizio.

Fonte: iDiva.