Sarà solo una liaison o sarà per tutta la vita: riconoscere il vero amore certo non è facile, ma nemmeno impossibile.

Esistono infatti dei segnali inequivocabili che possono indurre a pensare di essere sulla buona strada per una relazione seria e duratura o, al contrario, possono far aprire gli occhi e svelare che no, non è il caso di parlare di vero amore.

Per scoprirlo ci vuole tenacia e pazienza perché l’amore, quello “per tutta la vita”, ha bisogno di tempo e si nutre di tutto ciò che viene dopo la classica fase dell’innamoranto, fatta di farfalle nello stomaco e passione sfrenata.

La vera complicità tra due persone, che è alla base del grande amore, nasce spesso piano piano Se è amore vero, dunque,  lo si capisce poi. E in genere ci sono dei concetti cui prestare attenzione: ecco quali.

  • Condivisone. Chi si ama ha voglia e allo sesso tempo bisogno di condividere. Di passare più tempo possibile insieme, di godere della compagnia di amici comuni ma nello stesso tempo di ritagliarsi uno spazio e dei momenti di coppia, anche se solo per una passeggiata mano nella mano o un bicchiere di vino sul divano.
  • Rispetto. Chi si ama davvero, poi, sa rispettare l’altro, i suoi spazi e la sua libertà. Amarsi significa anche sapersi tenere uno spazio per sé senza che l’altro ne soffra o la viva come una mancanza. L’amore vero si basa sul rispetto, in tutti i sensi. Non calpesta l’altro, né lo vuole sottomettere.
  • Confronto aperto. È amore vero se si sente sempre il bisogno di confrontarsi con l’altro, di parlare liberamente di quello che si prova e, laddove sia necessario, anche di quello che non va. Solo da un confronto reale, infatti, può nascere una rapporto stabile e duraturo che non teme “scheletri nell’armadio” o frasi non dette.
  • Felicità per due. È vero amore, poi, se la felicità dell’altro è anche la nostra e se il desiderio di vedere l’altro felice è forte e naturale allo stesso tempo. Non c’è competizione ed anzi i successi dell’altro sono un traguardo per entrambi.
  • Progettualità. È amore vero nel momento in cui si è capaci di fare progetti reali per il futuro. La volontà di vedersi insieme anche nel “poi”, di costruire qualcosa di duraturo è senza dubbio un segnale inequivocabile. Vedersi sposati, desiderare dei figli, nella maggior parte dei casi, significa amarsi davvero e aver trovato la propria metà della mela.
  • Capirsi senza parole. Chi si ama davvero, spesso, non ha bisogno di molte parole. Si sa di poter contare sull’altro anche quando non c’è, così come di essere capiti anche senza bisogno di esternare quello che passa per la testa. Infatti il vero amore spinge a conoscere l’altro, quasi, meglio di se stessi.
  • Desiderarsi. Infine, il vero amore si basa anche sull’attrazione. Se è vero che l’attrazione e il desiderio  in genere sono tipici della fase iniziale di una relazione, non possono scomparire del tutto in quelle successive. Continuare a desiderarsi è uno dei segnali chiave per capire che è vero amore.