Un passo fondamentale per un sano rapporto fra la nostra pelle ed il {#make-up} è la rimozione del trucco. Nonostante a volte possa capitare di tornar tardi e non avere alcuna voglia di struccare il proprio viso, è necessario combattere il sonno per quei pochi minuti necessari a questo passo essenziale.

L’epidermide ha infatti bisogno di respirare e rigenerarsi liberamente almeno durante la notte: gli effetti del make-up lasciato per troppo tempo, specialmente durante il sonno notturno, possono risultare dannosi; i residui di trucco potrebbero ostruire i pori evidenziandoli, fino alla formazione di punti neri ed inestetismi. Questa mancanza di igiene sulla pelle può portare alla formazione di brufoli, oppure ad infezioni per gli occhi, maggiormente a contatto con diversi e numerosi prodotti.

È necessario quindi pulire a fondo il proprio volto da qualsiasi traccia di make-up per evitare tutti questi fastidi e mantenere sana la nostra pelle; in caso di emergenza o se a fine giornata risultasse difficile concentrarsi in queste operazioni, esistono numerosi metodi che richiedono poco tempo per struccarsi efficacemente alternativi a salviettine, struccanti e latte detergente.

È sempre meglio usare prodotti naturali sulla pelle, perché non contengono sostanze chimiche e non danneggiano l’epidermide, avendo un’azione più delicata. Esistono ormai in commercio molti prodotti di origine naturale e certificata, ma non è necessario spendere cifre importanti: come sempre la prima risorsa per la bellezza è casa nostra.

Fondotinta, cipria e blush sono facilmente removibili anche con semplice sapone ed acqua tiepida: attenzione in ogni caso a non usare acqua troppo calda per non seccare o irritare la pelle; alcuni saponi inoltre potrebbero risultare troppo aggressivi sull’epidermide del viso, meglio quindi applicare sempre una crema idratante dopo la detersione, oppure ovviare al problema utilizzando un metodo naturale ma molto valido per togliere il trucco: l’uso dell’olio.

Dal comune olio d’oliva sino al jojoba, sebo-simile ma più costoso, tutti gli oli riescono a legarsi alle particelle di trucco portandosele via con lavaggio e proteggendo la pelle dall’azione dei detergenti, per la maggior parte basici. L’olio è uno struccante naturale anche per gli occhi, scioglie efficacemente eyeliner, matite e mascara, anche i più resistenti waterproof: a volte infatti acqua e sapone non bastano ed è sempre meglio non sfregare la zona delicata del contorno occhi.

Per evitare l’effetto “nebbia” alla vista che l’olio può provocare basta tenere gli occhi ben chiusi, massaggiare delicatamente l’olio con un po’ d’acqua sulle palpebre per poi lavarsi con un detergente; il sapone permetterà che si formi un’emulsione, lavando via dal viso qualsiasi traccia di trucco senza lasciare residui untuosi. Questo è quindi un metodo adatto anche alle pelli miste o grasse, poiché l’olio rimane in contatto con l’epidermide per un tempo molto limitato, viene eliminato del tutto con il lavaggio ed essendo in grado di legarsi al sebo in eccesso svolge un’azione protettiva per la pelle che verrà comunque pulita completamente.

Consigliabile infine passare sempre un cotton-fioc imbevuto di struccante, o leggermente toccato con olio, fra le ciglia per eliminare definitivamente anche i residui che ne rimangono ancorati e che spesso non vediamo: in questo modo ci assicureremo di aver tolto qualsiasi resto di make-up che potrebbe creare fastidi agli occhi.