Si dice che la salute non ha prezzo, ed è verissimo, almeno in teoria. In pratica la salute un prezzo ce l’ha eccome, e talvolta è piuttosto salato. Fortunatamente, con qualche accorgimento, è possibile risparmiare denaro senza trascurare il proprio stato di salute. Ecco i passi fondamentali per risparmiare da subito.

Come prima cosa bisogna ricordare che la {#salute} è un diritto tutelato dalla nostra Costituzione (articolo 32), e il nostro Paese dispone del Servizio Sanitario Nazionale, istituito con la legge 833/1978 e finalizzato a garantire assistenza sanitaria a tutti i cittadini senza distinzioni di genere, residenza, età, reddito e lavoro.    

Premesso ciò, entrare in farmacia solo se assolutamente indispensabile: molti prodotti possono essere acquistati al supermercato pagandoli di meno. Quali sono questi prodotti? Cerotti, garze, siringhe, prodotti per la medicazione, creme solari e di bellezza, alimenti e giochi per i neonati, disinfettanti, integratori alimentari, pannolini e assorbenti, preservativi, prodotti per l’igiene intima e per l’igiene orale, cosmetici, prodotti per la cura dei piedi, shampoo, tappi per le orecchie, tisane e test di gravidanza. Per risparmiare il più possibile meglio ancora acquistarli all’ipermercato.

Molti medicinali vengono venduti in confezioni di diversa misura: nel caso in cui si sia certi di doverne usare in quantità, conviene sempre acquistare le confezioni più grandi, che in proporzione costano solitamente di meno. Per essere certi di fare la scelta più opportuna è ovviamente consigliabile consultarsi con il medico di fiducia.

Inoltre, molti {#farmaci} esistono anche in versione “generica”: prodotti da una casa farmaceutica indipendente e uguali a quelli “blasonati” per composizione ed efficacia, consentono però un risparmio che si aggira intorno al 30- 35%. Per i farmaci generici vigono le medesime regole valide per tutti gli altri: possono essere acquistati direttamente al banco del farmacista, oppure dietro prescrizione medica nei casi in cui sia necessaria. Si tenga presente che ci si può vedere negare la versione generica di un farmaco solo nel caso in cui essa non esista, magari perché la casa farmaceutica produttrice ne detiene ancora il brevetto.

Un modo ulteriore per risparmiare denaro, pur sottoponendosi a tutte le visite mediche necessarie, consiste nell’approfittare dei cosiddetti screening: ogni anno è possibile avvalersi delle giornate mondiali dedicate a vista, prevenzione dentale e via dicendo: in queste occasioni, i test vengono eseguiti gratuitamente. Inoltre, annualmente diverse città ospitano le Piazze della Salute, consentendo ai cittadini di sottoporsi gratuitamente a test e visite mediche.

Chi ha un’età compresa tra i 18 e i 65 anni, pesa più di 50 chili e gode di buone condizioni di salute, può decidere di donare il sangue sottoponendosi così gratuitamente a un esame del sangue completo. In questo modo si fa peraltro del bene al prossimo, cosa molto importante. Per informazioni sulle donazioni si può visitare il sito dell’Avis (Associazione Volontari Italiani del Sangue).

Per quanto riguarda i casi di esenzione dal ticket per l’acquisto di medicinali di fascia A (cioè quelli essenziali e quelli per la cura di patologie croniche), per conoscere nel dettaglio la normativa vigente nella propria zona di residenza, occorre rivolgersi alla Regione o all’Asl di appartenenza.   

Fonte: CbsNews.