Ricordate il film “Come farsi lasciare in dieci giorni”? Quella pellicola sdoganò il mestiere giornalistico dell’how to (come fare per…) e in quel caso la scommessa era farsi lasciare entro un breve periodo. Ora però siamo alla sintesi estrema, realizzata da un uomo, Cary Mcneal di Guyspeak.

Già, perché l’idea alla base del suo articolo Come uccidere una relazione in tre mosse è decisamente più efficace: chiedere agli uomini quali sono i comportamenti che hanno distrutto le loro storie. Utile alle donne, quindi, che tendono a complicare le cose. Con tipica sintesi maschile, infatti, i comportamenti killer si sono ridotti a tre, togliendo di mezzo tradimenti e altro materiale da romanzo. Eccoli.

Galleria di immagini: Come rovinare una storia

Avere una memoria di ferro.

Volete fare a pezzi la vostra storia? Niente di meglio che non dimenticarsi nulla. Prendete appunti su quella frase che non vi è piaciuta, siate sicuri di archiviarla mentalmente per poterla riutilizzare nel momento meno opportuno, quello che vi garantirà lo sprofondamento in una discussione infinita senza appello. Mai dimenticare e soprattutto mai perdonare, mi raccomando.

Non scusarsi. Mai.

Non ammettere mai di essersi sbagliati è un segno di debolezza, quindi siate deboli e vedrete che la vostra storia non avrà futuro. Due trucchi per tornare single in un batter d’occhio: anche quando avete esagerato, ammettete di averlo fatto solo per ribadire che è il vostro partner ad avervi provocato. Ma soprattutto, se c’è un’incomprensione, perché ammettere di essersi spiegati male quando potete tranquillamente dire “forse non hai capito quello che intendevo dire”?

Siate egoisti.

Il segreto di tutte le rotture nelle relazioni. Il peccato capitale dal quale scendono tutti gli altri: l’egoismo. È l’antitesi perfetta dell’amore: amore è prendersi cura dell’altro, egoismo è curarsi solo di sé stessi. Concentratevi sui vostri bisogni, e rinfacciate al vostro partner che non è mai abbastanza attento a soddisfarli, e la vostra storia arriverà al capolinea.

Soddisfatte? Ora possedete i codici per far saltare la vostra storia. Certo, pensandoci bene, leggendoli al contrario, potremmo sforzarci di fare meglio correggendo i nostri errori. Forse per alcuni uomini le donne sono oggetti sessuali, forse le donne tendono un po’ troppo a mentire, e c’è persino chi ha gettato la spugna e scelto l’asessualità.

Eppure, guardandoci attorno, sembra proprio che il messaggio costante della natura – che oggi festeggiamo con la Giornata Mondiale della Terra – sia sempre quello: unitevi.