Capodanno 2012 a casa, in famiglia e spendendo il meno possibile. Ecco come inizieranno il nuovo anno gli italiani, reduci da un Natale all’insegna del risparmio e delle spese oculate. Solo due su dieci andranno in vacanza, ma per pochi giorni e in compagnia dei propri cari.

Per questo Capodanno 2012 quello che scaturisce è il ritratto della famiglia italiana che lotta contro la crisi economica, responsabile di metter in ginocchio soprattutto i nuclei familiari appartenenti alle fasce di reddito più basse, per non parlare dei tanti disoccupati.

Una recente indagine Confesercenti-Swg, infatti, mette in evidenza come il budget di spesa messo in conto dagli italiani per le festività imminenti sia calato rispetto allo scorso anno, e come l’83 per cento degli italiani abbia preso la decisione di trascorrere le feste a casa a causa delle inevitabili difficoltà finanziarie.

Complice la crisi, comunque, sembra che la famiglia sita riguadagnando punti nella scala di valori degli italiani: un buon 23 per cento degli intervistati, infatti, ad affermato che trascorrerà le feste in famiglia non a causa delle difficoltà economiche ma proprio per rafforzare i rapporti con le persone care.

Anche il desiderio di riconnettersi con i propri cari, però, gioca un ruolo importante: il 23% degli italiani rimarrà a casa per stare con i familiari. Coloro che trascorreranno il capodanno 2012 fuori casa, prevalentemente in Italia e in misura minore all’estero, tuttavia, ammettono di volersi concedere una vacanza al fine di riposarsi e rilassarsi, mentre poco interessa il puro divertimento.

Chi sceglie di partire per il capodanno 2012, comunque, cerca in tutti i modi di risparmiare, prima di tutto prenotando in anticipo e attraverso Internet, dove la caccia alle offerte low cost è già aperta. Per lo stesso motivo i bed & breakfast sembrano essere ancora le strutture di accoglienza più gettonate.

Fonte: Confesercenti