Nel momento in cui si arredano o si rinnovano salotto, soggiorno o living, è importante capire come scegliere il colore del divano. Se, infatti, a volte pensiamo di avere le idee chiare già in partenza, non è raro recarsi in negozio e – tra cataloghi e prodotti esposti – sentirsi sommersi da mille dubbi, visto che le proposte sembrano praticamente infinite, per tutti i gusti.

Le opzioni si dividono prettamente in colori neutri, colori brillanti, pelle e stampati, che possono essere scelti soprattutto in abbinamento allo stile della camera, ma anche in base alle tinte di tendenza o in base alle esigenze. Un divano bianco in una casa con bambini piccoli, per esempio, non sarebbe una scelta oculata, visto che il candore avrebbe vita dura sotto l’assalto di pedate, cibo, giocattoli.

Non bisogna avere il timore, poi, di osare, quando ci si domanda come scegliere il colore del divano: lasciatevi guidare dal vostro gusto e in seguito, grazie ai cuscini, potrete aggiustare il tiro, e in casi estremi potrete anche ricorrere a un copridivano.

Vediamo, allora, come scegliere il colore del divano tra le tante opzioni presenti sul mercato.

  • Bianco. Un divano bianco è senza tempo, inoltre ha il vantaggio di potersi abbinare al meglio con qualsiasi altro colore o accessorio. Fondamentale scegliere un tessuto anti-macchia e facilmente lavabile.
  • Crema. Colore caldo e pieno, offre una buona versatilità, in abbinamenti classici col nero o più particolari con il blu marino, il rosso o il grigio.
  • Biscotto, marrone o cammello. Questi neutri caldi stanno particolarmente bene con i blu, il bianco o le tinte autunnali. Facile immaginarci sopra coperte e cuscini in pied de poule bianco e nero o in tartan.
  • Marrone. Le sfumature di marrone sono cadute in disgrazia quando il grigio è diventato super popolare, ma il marrone è ancora un’ottima scelta di design neutro, un classico.
  • Grigio chiaro. Un grigio molto chiaro andrà bene con i toni caldi del legno e pareti in pietra, ed è anche perfetto per nascondere le macchie.
  • Grigio. Si accoppia bene con tonalità gioiello, con bianco e nero, ed è una delle scelte di tendenza più amate dai designer.
  • Colori cangianti. Se siete indecisi sul colore e amate le scelte insolite potreste optare per un divano cangiante, che spesso si riveste in velluto: il verde non è mai propriamente verde, il giallo nemmeno e così via.
  • Colori ispirati alla natura. Funzionano bene come basi neutre i colori tenui e morbidi che prendono ispirazione dalla natura, come gli azzurri “acquosi” o i verdini.
  • Pelle. I colori che altrimenti potrebbero apparire più “limitanti” sono più versatili se declinati in pelle. Se sapete che cambierete spesso arredo o rinnoverete alcuni mobili, però, state lontani dalle sfumature calde come le rossastre e l’ocra.