Prima di marchiare la pelle per sempre, è importante sapere come scegliere il tatuaggio giusto senza pentirsi: infatti, nonostante grazie alla tecnologia oggi sia più semplice coprirli, trasformarli o cancellarli, soprattutto se fatti a regola d’arte e con inchiostri scuri, i tattoo sono ricordi ed emozioni praticamente indelebili.

Ecco qualche consiglio su come scegliere il tatuaggio giusto senza pentirsi.

  • Non trascurare la fase di ricerca del tatuatore. Chiunque abbia i soldi per aprirlo può possedere un negozio di tatuaggi: i professionisti, però, non sono tutti uguali. Informatevi bene sull’artista che disegnerà sulla vostra pelle, guardate i book fotografici e i tatuaggi di amici e conoscenti, visitate le convention finché non avrete trovato il disegnatore che vi convinca al 100%.
  • Non cercate di risparmiare sul prezzo. Occhi al costo del tatuaggio: potrete risparmiare su molte cose, ma non pensate di farlo quando si parla di arte sulla vostra pelle. Puntate alla qualità e tenete conto del fatto che il prezzo sale con la grandezza e la varietà di colorazione.
  • Date un’occhiata al negozio prima di prendere appuntamento. Per non pentirvi mai del vostro tatuaggio controllate in anticipo l’igiene del negozio e la sterilità degli strumenti: le conseguenze di eventuali mancanze potrebbero essere gravissime.
  • Scegliete con cura il disegno. Principesse Disney, idiomi cinesi sbagliati, il nome del vostro futuro ex: ci sono tanti disegni che potenzialmente portano a un pentimento. Prendetevi un po’ di tempo per decidere un soggetto che vi rappresenti davvero e che immaginate vi rappresenterà anche tra 20 o 30 anni. Parlatene anche con il tatuatore, che potrà darvi il suo parere in merito.
  • Preparatevi fisicamente per il giorno del tatuaggio. Presentatevi all’appuntamento con il tatuaggio quando siete in buone condizioni fisiche, dopo aver mangiato e esservi idratati per non rischiare lo svenimento. Portate delle caramelle, potrebbero essere utili per eventuali cali di zuccheri.
  • Assicuratevi grazie al disegno trasferito che è ciò che volete davvero. Prima di eseguire il tatuaggio vero e proprio, l’artista trasferirà il disegno da ricalcare con l’ago: è il momento di controllare come verrà davvero sulla vostra pelle e l’ultima occasione per un ripensamento.
  • Dopo aver fatto il tatuaggio seguite attentamente i consigli per la guarigione. Un tatuaggio mal curato potrebbe infettarsi e perfino cambiare aspetto: seguite dunque, per non dovervene poi pentire, i consigli del tatuatore con attenzione e costanza. Verrete ricompensati dal risultato che avete scelto e desiderato.