Se state pensando a come scegliere il top della cucina, per una ristrutturazione o per una casa nuova da arredare completamente, non potete non tenere conto delle novità e tendenze 2017 in fatto di stili, soluzioni e materiali.

Naturalmente, il top cucina va scelto prima di tutto in base alle proprie esigenze, alla facilità di pulizia dei materiali se si cucina molto e si ha una famiglia numerosa e con bambini, allo stile della cucina, ai colori dei mobili, in caso di cucina bianca, nera o grigia.

Tuttavia, trattandosi di un elemento fondamentale, sia in una cucina piccola che in un ambiente ampio, in grado di fare la differenza e di regalare personalità, il top della cucina va scelto con accuratezza anche seguendo le proposte di designer e dei saloni d’arredo in fatto di tendenze, con tante novità tra cui scegliere.

Vediamo, allora, come scegliere il top della cucina tenendo conto di novità e tendenze 2017.

  • Legno chiaro. I designer svedesi lo sapevano già, ma ora anche gli arredatori di cucine si sono accorti delle infinite potenzialità del legno chiaro dalle sfumature fredde per il top, una soluzione che trasmette al tempo stesso amore per la nature e per lo stile moderno.
  • Piastrelle stile metropolitana. Sono la nuova ossessione degli arredatori per pareti e pavimenti di bagni, cucine e non solo, le piastrelle stile metropolitana, ispirate a quelle della metropolitana di New York, bianche, piccole e rettangolari (di solito misurano 7,5×15 cm): stese in orizzontale sono perfette anche per un top cucina che non abdica alle tendenze.
  • Quarzo bianco. Resistente, facile da pulire e più economico di altre pietre (è in realtà un materiale artificiale, costituito dal 97% di quarzo e dal 3% di resina), il quarzo bianco è di gran moda ed è scelto soprattutto per far risaltare i colori accesi oppure per un bel contrasto con una cucina dai mobili neri.
  • Cemento. Ultra liscio o volutamente imperfetto, il cemento, il calcestruzzo, è una delle novità per la cucina più amate, e non solo per un arredo in stile industrial. Con mobili classici, anzi, può dare vita a un piacevole contrasto.
  • Legno di recupero. La sezione di un olivo ultracentenario, una vecchia porta, un ex tavolo in radica: con creatività e pazienza, il legno di recupero può diventare il top più originale alla moda possibile.
  • Con lavello integrato. Infine, impossibile non segnalare questa bellissima soluzione, di ispirazione vintage, proposte da molti interior designer: si tratta del top con il lavello integrato, dello stesso materiale (meglio se in marmo, in pietra o perché no in tadelakt), senza soluzione di continuità. Molto chic.