Capire come si fanno i capelli ondulati è utile soprattutto nel caso di capelli lisci o crespi, e in particolar modo adesso che le chiome con leggere onde naturali, le beach waves, sono tra le tendenze capelli più amate e seguite.

I capelli ondulati sono perfetti proprio per i tagli lunghi e per i tagli medi più trendy, con o senza frangia, per esempio per un wob, un bob ondulato, e un lob, un bob più lungo.

Come ben sappiamo, è difficile trovare una donna che sia contenta dei suoi capelli al naturale: troppo lisci, troppo ricci, troppo crespi. Fortunatamente tra trucchi, prodotti di bellezza, consigli e strumenti come piastre e ferri arricciacapelli nessuna di queste situazioni è irrecuperabile.

Vediamo, allora, come si fanno i capelli ondulati, per ottenere chiome naturalmente mosse e un perfetto effetto beach waves.

  • Capelli ondulati in 2 minuti. Pettinate i capelli, spruzzate un prodotto di styling per capelli mossi, dividete la chioma in 4, prendere le due ciocche della parte destra, arrotolatele su se stesse e poi arrotolatele tra loro affinché si intreccino insieme. Tenendo ferma la ciocca così ottenuta, passate la piastra ben calda, dalle radici alle punte, insistendo qualche secondo schiacciando su vari punti, come tratteggiando. Fate lo stesso con l’altro lato della testa. Sciogliete gli intrecci e fissate con lacca.
  • Capelli ondulati in 7 minuti. Pettinate i capelli, divideteli in tante piccole ciocche e arrotolate ognuna di esse sul ferro arricciacapelli caldo, dalla radice alla punta. Più le ciocche saranno piccole e strette a spirale sul ferro e più il boccolo sarà compatto. Per avere capelli ondulati, dunque, meglio optare per ciocche medie e con una spirale più distesa lungo il ferro. Proseguite così con tutte le ciocche della testa, alla fine separate i ricci con le dita e passate la lacca per fissare le onde. Questa è una maniera facile per dare vita ai capelli ondulati nei tagli più corti.
  • Capelli ondulati in 10 minuti. Con la piastra si possono ottenere in un’altra maniera capelli ondulati, una maniera più lunga nell’esecuzione ma che faccia in modo che l’effetto duri nel tempo. Dopo aver spruzzato uno styling per capelli mossi, pettinate, dividete in ciocche e passate la piastra ben calda, dalle radici alle punte. La piastra va tenuta in verticale e, con un movimento circolare, bisogna farla scendere verso il basso. Così si formeranno le morbide onde. Passate la lacca per fissare.
  • Capelli ondulati in una notte. Se non andate particolarmente di fretta e volete capelli ondulati senza calore o senza l’uso di piastra o ferro, potete utilizzare questo metodo. Dopo aver lavato i capelli, tamponateli con un asciugamano e asciugate con il phon per pochi minuti le radici, lasciando umide le punte. Create un torchon con i capelli e continuate ad arrotolarlo su se stesso fino a formare una cipolla, da fermare con un elastico e qualche forcina. Se i capelli sono molti o corti potete creare anche due o quattro torchon ai lati della testa. Dormite con l’acconciatura tutta la notte, poi al mattino togliete elastici e forcine, pettinate con le dita e passate la lacca per fermare le onde.