Come si pulisce il Bimby? Chissà quante donne si saranno poste questa domanda al momento di decidere come lavare questo prezioso elettrodomestico da cucina. Cerchiamo di rispondere seguendo le indicazioni date dalla stessa casa produttrice dell’apparecchio ma anche i consigli delle donne consumatrici.

La prima domanda da porsi è se il Bimby possa essere lavato solo a mano o anche in lavastoviglie. Sono gli stessi distributori di questo piccolo robot da cucina a sconsigliarne il lavaggio in macchina poiché le lame si potrebbero rovinare, anche se viene fatta una distinzione tra due modelli: il precedente Tm 21 e quindi le parti e il gruppo coltelli prodotti prima del luglio 2006 che non vanno assolutamente in lavastoviglie e il nuovo Tm 31 che al contrario si potrebbe inserire nella lavapiatti senza provocare danni.

Usiamo il condizionale perché per non sbagliare e non rovinare il Bimby che ogni giorno aiuta moltissime donne a sbizzarrirsi in cucina nelle ricette più fantasiose e complicate, visto anche il suo prezzo non proprio economico, la cosa migliore è armarsi di pazienza e lavarlo a mano.

Per evitare che questo procedimento diventi molto lungo e faticoso e a volte anche pericoloso a causa delle lame taglienti che potrebbero ferire le mani, occorre attuare alcuni accorgimenti. Subito dopo aver fatto impasti di prodotti come dolci, pane, pizzette ecc, che lasciano molti residui sulle lame, riempire di acqua il boccale del Bimby fin dove è concesso.

Inserire un bicchiere di plastica e richiudere il boccale. Azionare prima a velocità 5 e progressivamente crescere fino ad azionare la massima velocità, il tutto per circa 2 minuti. Per pulire il gruppo coltelli si può utilizzare uno scovolino.

All’interno del boccale insieme all’acqua si può aggiungere un pochino di detersivo liquido per piatti, mentre per un effetto togli odori si può ricorrere al metodo tradizionale di aggiungere un po’ di aceto o qualche goccia di limone.

Per pulire meglio le lame ci si può affidare a un comune spazzolino, mentre per un effetto finale di super brillantezza si utilizzi uno dei più comuni prodotti per acciaio che possono essere acquistati in qualsiasi supermercato. Il boccale dovrebbe essere asciugato con cura dopo essere stato pulito, in particolar modo gli spinotti dei contatti posti nella parte inferiore.

Terminata l’operazione tutti i residui di impasto saranno stati eliminati sia dalle pareti del Bimby che dalle lame e a questo punto si potranno utilizzare i filamenti di plastica del bicchiere come se fossero una spugna, per ultimare la pulizia dell’apparecchio senza alcuna difficoltà. Il Bimby sarà di nuovo pulito e lucente e pronto per nuove ricette.

Fonte: ricette-bimby